Privacy Policy Venezia 77: Le star del piccolo schermo sostengono il cinema indipendente al Festival!

Venezia 77: Le star del piccolo schermo sostengono il cinema indipendente al Festival!

Da Vanessa Kirby di The Crown a Ester Exposito di Elite; Maggie Civantos di Le ragazze del centralino e Vis a Vis e Pedro Alonso de La Casa di Carta; Alec Utgoff di Stranger Things e Salvatore Esposito di Gomorra. Le stelle delle serie televisive del momento sfilano sul red carpet del 77esimo Festival del Cinema di Venezia in grande stile.

Le star spagnole sono arrivate al Festival del Cinema di Venezia per calcare il tappeto rosso o ritirare un premio, come Alonso e Civantos a cui è stato conferito il Filming Italy Best Movie Award.

Ben più protagonista della Mostra è invece Vanessa Kirby, vivace principessa Margareth delle prime due stagioni di The Crown, che si trova al Lido in ben due film, entrambi in concorso: Pieces of a woman che indaga le conseguenze su una coppia della morte del loro bambino durante un parto in casa, e The World to come, storia d’amore tra due donne nell’America dell’Ottocento. Due ruoli intensi che la candidano come possibile vincitrice della Coppa Volpi.

In corsa per il Leone c’è anche il film polacco Non ci sarà mai più la neve, film a quattro mani di Malgorzata Szumowska e Michal Englert. Il protagonista è l’ucraino naturalizzato inglese Alec Utgoff, lo scienziato russo che non parla inglese denominato “Smirnoff” da Hopper in Stranger Things.

“Un personaggio che è stata pura gioia per me. Cerco sempre di fare le cose a modo mio, non sono uno che si fissa con i protagonisti anzi, in linea di massima mi piacciono i piccoli ruoli, entrare e uscire da un progetto, meno responsabilità. E’ bellissimo quando da attore riesci a toccare il pubblico, quando capisci che è arrivato. Io poi cerco sempre di crescere, di fare cose molto diverse, cose che non conosco. Quando mi hanno proposto Stranger Things mi è piaciuto subito il mio personaggio e ho pensato che potevo portargli qualcosa di mio”.

Alec Utgoff

Sul fronte nostrano ci sono le stelle della serie Gomorra:  Marco D’Amore e Salvatore Esposito, protagonista del film Spaccapietre dei fratelli De Serio, unico titolo italiano alle Giornate degli Autori.

“Ci sono ancora produttori e registi, per fortuna sempre di meno, che pensano che chi fa televisione non possa fare cinema. Oggi tutto questo sta cambiando. In sala arriva il film che portiamo qui a questa Mostra straordinaria già per il fatto di esistere. Tra poco uscirà la serie che ho girato in America, la quarta stagione di Fargo, e poi saremo di nuovo sul set di Gomorra 5 . Non vedo l’ora di ricominciare a lavorare con il mio “fratello” Marco D’Amore.

Quando ero negli Usa riflettevamo sul fatto che fino a dieci anni fa tantissime star americane non avrebbero mai accettato di lavorare in serie tv. Ora è pieno di premi Oscar che lo fanno. La magia del cinema in sala resterà sempre quella ma io invito i distributori e gli esercenti ad aprirsi a nuove vie di comunicazione perché siamo tutti ormai, chi più e chi meno, con la testa sui telefonini, sui tablet e sui computer”.

Salvatore Esposito

Potete trovare tutti gli ultimi aggiornamenti dal 77esimo Festival del Cinema di Venezia nella sezione dedicata sul nostro sito.

Chiara

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows e mettere mi piace per rimanere sempre aggiornati!

About Author

Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson).
Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.