Privacy Policy Manifest 3x04 Tailspin: recensione - Survived the Shows

Manifest 3×04 Tailspin: recensione

manifest

Rieccoci con un nuovo episodio di Manifest, il 3×04 intitolato “Tailspin”!

Manifest 3x04: clip dall'episodio - Serie Tv - Cinefilos.it

Questo episodio è stato uno shock dopo l’altro, un susseguirsi di colpi di scena!
Partiamo con le ricerche segrete condotte dal governo. PER TUTTO QUESTO TEMPO, LORO AVEVANO GRAN PARTE DELL’AEREO. Cioè, ma ci rendiamo conto?!
Per non parlare della passeggera morta in una delle stagioni passate, morta a causa di arma da fuoco. Beh, in base alle ricerche, l’autopsia attuale afferma che sia morta per un’esplosione aerea, con tracce di alghe che si trovano solo nel punto dove il volo 828 sarebbe in teoria esploso. Ma questa scoperta ci dà una certezza: i passeggeri sono effettivamente morti su quell’aereo! Sono davvero “resuscitati”! Sono ancora più incuriosita di prima!
Sono contenta che Saanvi sia entrata a far parte del team.
Sono però preoccupata per Jared, che si sta avvicinando troppo alla verità.

Manifest 3x04: clip dall'episodio - Serie Tv - Cinefilos.it

Mi è piaciuta molto la storia del “trio metanfetamina”. È stata molto coinvolgente ed intrigante! Sono felice che siano riusciti a risolvere la Chiamata: spero che Pete e Kory riescano a redimersi. Purtroppo, non penso ci sia molto da fare per Jace. È interessante vedere come prima loro tre fossero i nemici, mentre ora grazie a questa scioccante narrativa, lo spettatore simpatizza per loro (o almeno, per due di loro).

Spero riusciremo a vedere più scene tra Pete ed Angelina. Il personaggio di Angelina mi piace molto: è dolcissima!
Bello vedere Olive vivere un minimo di normalità: sembra l’Italia con la zona gialla lmao. Spero rivedremo presto TJ! Per ora mi accontento di sentirlo nominare spesso!

A voi è piaciuto l’episodio 3×04 di Manifest? Continuate a seguirci!

Aurora
Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook SurvivedtheShows e mettere mi piace per rimanere sempre aggiornati!

About Author

Studentessa di scienze della comunicazione, quando non piango per l’università piango per le serie tv.
Mi rifugio in mondi immaginari perché sono meglio della realtà. Candidata all’Oscar per film mentali.
Un mix perfetto di Jane Sloan, Jessica Day e Clary Morgenstern (quella dei libri però).
Nel tempo libero scrivo articoli e recensioni di serie tv, così concilio le mie due passioni più grandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.