venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeCelebrityCaitriona Balfe racconta la realtà del mondo della moda!

Caitriona Balfe racconta la realtà del mondo della moda!

Prima di diventare il volto dell’infermiera-dottoressa-viaggiatrice nel tempo di Outlander, Caitriona Balfe era conosciuta come una delle modelle da passerella più richieste. Ha lavorato con firme prestigiose come Chanel, Dolce & Gabbana, e Balenciaga, girando il mondo fin dalla prima maggiore età. In occasione del podcast “Thanks A Million”, l’attrice irlandese ha raccontato quella che era la realtà del mondo della moda, e com’è essere esposti a quel settore ad una tale giovane età com’è capitato a lei.

“Dovresti essere automaticamente la persona divertente, interessante e tagliente che la gente della moda vuole avere intorno. Ma allo stesso tempo devi essere magrissima e molto androgina,” ha spiegato Caitriona durante il podcast . “C’era sempre gente migliore di te ed eri costantemente paragonata ad altre persone. Penso che, dal punto di vista di giovane donna adolescente, è abbastanza difficile da sopportare.”

La Balfe ha continuato raccontando come spesso ci sono volte in cui uno “va ad un provino o persino alla prova costumi di un lavoro per cui siete già stati assunti e qualcuno nella stanza semplicemente annienta il modo in cui siete vestiti o la vostra mancanza di personalità o il fatto che parliate troppo. Tutto questo davanti a voi. E’ davvero dura. Ho molta ammirazione per le ragazze che ne escono senza alcuna ferita.”

“Alla fine tutti attraversano una fase davvero instabile, cercando di trovare un punto di appoggio o il prossimo passo da fare, perché in un certo senso, ti apre tantissime porte e anche la mente su così tante cose e in un certo modo ti dà un’educazione incredibile. Ma allo stesso tempo, ti infantilizza e ti stordisce in tanti altri modi. Penso che ci voglia un po’ per riequilibrare tutto… C’è una tale impiallacciatura del tipo “Sono tutti così fighi in questo settore“ ha spiegando in seguito Caitriona.

“Sapete, non agitate le acque, non siate scortesi, essere sfigato è come difenderti o mettere in discussione qualcosa… o il non toglierti la maglietta”, ha detto la Balfe. “Perché non ti togli la maglietta? Sono solo t***e. Dai, sii figa. Non sai quante volte mi sono trovata in una simile situazione.

Ma fortunatamente, Caitriona Balfe ha anche condiviso quanto fosse fortunata a lavorare con determinate case di moda.

“Sono stata davvero fortunata. Ho avuto dei manager fantastici e delle agenzie fantastiche, ma ho avuto anche delle agenzie di m***a assoluta. […] Ma poiché si sono trasformate in società di gestione, non si assumono nessuna responsabilità. Tutte le ragazze sono lavoratrici autonome e, di fatto, assumono loro gli agenti”, ha aggiunto.

Si tratta uno strambo equilibrio di potere, dal momento che le persone che dovrebbero assumere in teorie sono coloro che rappresentano la porta di accesso a tutti i lavori, spiega la Balfe. Loro dettano la tua possibilità di guadagno, ma anche tutto il resto… “Penso che questa sia la cosa peggiore, basta chiederlo ad una qualsiasi modella. Un tempo c’erano giorni in cui entravi in agenzia e letteralmente tutti ti scannerizzavano dalla testa ai piedi,” ha aggiunto lei.

Continuate a seguirci per altre novità su Outlander 7 ed il suo cast!

Chiara

Non dimenticate di mettere mi piace alla nostra pagina Facebook, Instagram e Twitter, Survived The Shows / @survivedtheshows / @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles