Il cast dice che ‘tutti moriranno’ nel finale di The Walking Dead!

0
15229

Per i produttori di The Walking Dead c’è stato un turbinio di emozioni intorno alle riprese della puntata finale (che abbiamo raccontato nella nostra esauriente storia di copertina digitale). Ma cosa proverà l’ultimo episodio per i fan che lo stanno guardando? Che tipo di emozioni susciterà il finale della serie? “Penso che ci sarà un misto di nostalgia e speranza”, dice Lauren Ridloff, che interpreta la reporter investigativa/spacciatrice Connie.

EW ha chiesto a molti altri membri chiave del cast di The Walking Dead (Norman Reedus, Lauren Cohan, Josh McDermitt, Melissa McBride) e ai produttori (Greg Nicotero, Angela Kang, Scott M. Gimple) cosa possiamo aspettarci di vedere e cosa possiamo aspettarci di sentire guardando il finale, e ci hanno lasciato molti indizi.

Il cast dice che ‘tutti moriranno’ nel finale di serie di The Walking Dead!

Norman Reedus (Daryl Dixon)

“Ci sono alcuni momenti che sono super tristi. E poi ci sono alcuni momenti che sono del tipo: ‘F— si, questo è il gruppo!’. Ci saranno persone che urleranno ‘Andiamo! Ci saranno molte di quelle cose che urlano alla televisione. Abbiamo fatto le cose in grande negli ultimi otto episodi, quindi c’è molta adrenalina. C’è molta emozione. C’è molta paura. Ci sono tutte le cose che si vorrebbero in un finale, di sicuro. Succedono molte cose. Alcuni gruppi mostrano un vero coraggio che non ci si aspetta, il che è fantastico. E sono grandi scenografie, grandi set cinematografici di grande impatto. E poi tutti muoiono. NO, SCHERZO!”.

Il cast dice che ‘tutti moriranno’ nel finale di serie di The Walking Dead!

Lauren Cohan (Maggie Rhee)

“Ci sono alcune cose che accadono che saranno davvero, davvero commoventi e che fanno parte di questo mondo, come la morte e un grande senso di perdita. Ma, per me, l’esperienza di realizzare quelle parti è stata sublimemente bella e non ha fatto altro che rafforzare la connessione e il legame tra le persone sopravvissute.

Per me questa è sempre stata la luce perenne della serie: Per tutto ciò che si supera insieme, quanto si rafforza il senso della missione, il senso dello scopo e la forza che tutti noi dobbiamo trovare dentro di noi? Perché anche se non sappiamo qual è, c’è una ragione per andare avanti.

“Penso che sia emozionante perché ci prepara a capire dove saranno le persone rimaste e dove andranno. Quindi penso che [la showrunner Angela Kang] abbia fatto un ottimo lavoro nel descrivere la realtà della fine di uno show e il modo in cui la viviamo attraverso le cose che possono accadere con alcuni personaggi dello show, e la linea dell’orizzonte di dove possiamo andare da qui con le persone che amiamo e che sono ancora qui”.

Il cast dice che ‘tutti moriranno’ nel finale di serie di The Walking Dead!

Josh McDermitt (Eugene Porter)

“Penso che le persone guardino lo show per molte ragioni diverse. Tutti hanno i loro personaggi per i quali fanno il tifo e per i quali tifano, e hanno i loro personaggi per i quali fanno il tifo per la morte. Ho sentito persone di 80 anni parlare di guardare questo show con i loro nipoti, e questo unisce le persone. Quindi, per guardare il finale, spero che, qualunque sia il motivo per cui lo stanno guardando, gli rendiamo giustizia e li soddisfiamo al punto che se ne vadano dicendo: ‘Sono davvero felice di aver investito 11 stagioni in questo show, e c’è ancora più storia da raccontare, e vorrei che continuasse'”.

Il cast dice che ‘tutti moriranno’ nel finale di serie di The Walking Dead!

Melissa McBride (Carol Peletier)

“Oh cavolo, credo che i fan saranno davvero commossi dall’episodio finale. È bellissimo. Alcune inquadrature le sto ancora vedendo nella mia testa, e sono davvero bellissime con la musica. So che si commuoveranno. La cosa bella è che ci sono ancora questi spinoff in arrivo, ma mi interesserà vedere come si sentiranno i fan, visto che questo è il finale della nostra serie madre”.

Greg Nicotero (regista del finale, produttore esecutivo)

“Volevamo davvero riportare The Walking Dead in un’atmosfera da prima, seconda e terza stagione. Volevamo davvero assicurarci che la minaccia dei walker fosse reale, che la posta in gioco fosse alta e che i protagonisti dovessero fare ciò che potevano per salvare la loro comunità. C’è molta emozione, ci sono momenti fantastici, scene d’azione divertenti. E abbiamo anche aumentato un po’ il gore rispetto al solito, cosa che so che piace a molti. Penso che questo episodio sia un po’ un ritorno al passato, perché è propulsivo, non si ferma e continua ad andare avanti. E poi, all’improvviso, si arriva a questo momento in cui si è costretti a provare qualcosa, e ne sono piuttosto orgoglioso”.

Angela Kang (sceneggiatore, produttore esecutivo)

“Nella tipica moda di Walking Dead, ci saranno delle lacrime. Ma penso anche che, nella tipica moda di Walking Dead, ci sia anche calore, se questo ha senso. Perché penso che questo show sia molto incentrato sulla famiglia e sulla famiglia ritrovata. Ed è questo che vogliamo lasciare alle persone”.

Scott M. Gimple (direttore dei contenuti, produttore esecutivo)

“C’è molto shock. Molta tensione. Penso che potrebbero sentirsi arrabbiati per conto dei nostri personaggi. È un finale dannatamente intenso. Va, va, va. Per alcuni aspetti si potrebbe paragonare, credo, al secondo episodio della sesta stagione con i Lupi. Ot ha una certa intensità che va, va, va. E poi ci sono questi momenti di dolore, ma ci sono anche momenti di bellezza e di riconoscimento del viaggio e dell’amore.

“La famiglia di TWD è qualcosa che è stato detto molte, molte volte ed è reale. E includo i fan in questo con tutto il cuore, perché si va avanti così a lungo e ci si preoccupa costantemente di questi personaggi e si sta al loro fianco. È il tipo di show che si spegne, si vuole parlare con qualcuno e si vuole entrare in contatto con qualcuno.

“E in questo show, si percepisce la famiglia che questi personaggi sono diventati l’uno con l’altro, e credo che questo sia uno degli aspetti più importanti del libro di Robert Kirkman e dello show: quella persona che incroci per strada potrebbe essere una famiglia per te, anche solo per un paio di giri di lancette di quello che sta succedendo. E soprattutto con quello che sta succedendo ora, penso che sia una cosa davvero potente da riconoscere.

Quando abbiamo iniziato le cose non erano così divise, ma con tutte le divisioni che ci sono tra di noi, credo davvero che una piccola apocalisse di walker possa far sì che le persone riconoscano: “Oh sì, siamo una famiglia. Non crediamo nelle stesse cose. E non ci comportiamo allo stesso modo e non abbiamo le stesse priorità, ma siamo una famiglia”. Penso che questo sia qualcosa che emerge nel finale, sia in modi super duri che in modi super belli e commoventi. Parlando con Angela e lavorando su alcuni aspetti del finale, questo aspetto è presente. E spero che la gente lo capisca”.

Keep following us for more news on the apocalyptic fiction series The Walking Dead and its whole universe!

Chiara

Fonte: EW

Please step by our Facebook page Survived The Shows, Instagram page @survivedtheshows, Twitter page @SurvivedShows to keep updated!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here