venerdì, Gennaio 27, 2023
Home911 Lone StarINTERVISTA ESCLUSIVA: Ronen Rubinstein parla dell'origine della sua carriera e la passione...

INTERVISTA ESCLUSIVA: Ronen Rubinstein parla dell’origine della sua carriera e la passione per la recitazione! – VIDEO

911: Lone Star 4, che vede tra i suoi protagonisti Rob Lowe, Ronen Rubinstein e tanti altri, debutterà negli Stati Uniti il prossimo 24 gennaio. Noi di Survived The Shows abbiamo avuto il grande piacere di parlare con Ronen Rubinstein delle origini della sua carriera di attore e come la passione per la recitazione ha fatto capolino nella sua vita. Date un’occhiata all’intervista completa qui sotto!

Facendo un salto indietro fino alle origini della tua carriera di attore, com’è nata la passione per la recitazione?

RONEN RUBINSTEIN: Sai, è un luogo comune, ma la recitazione mi ha salvato la vita in molti modi. Sai, al liceo ero su una brutta strada. Frequentavo i ragazzi sbagliati, avevo l’influenza sbagliata, capisci? Facevo uso di droghe, facevo a botte, saltavo la scuola e non era una cosa bella. Una delle mie consulenti scolastiche ha notato che avevo davvero bisogno di rimettermi in sesto e mi ha suggerito di dedicarmi al teatro, perché pensava che potesse farmi bene, per liberare quell’energia. E questo, credo, si è trasformato in qualcosa di produttivo ed è come se lei lo sapesse e ha funzionato.

Mi sono innamorato immediatamente. Provare uno spettacolo, lavorare con altri attori, essere ritenuto responsabile perché dopo la scuola andavo a provare e a lavorare sullo spettacolo invece di uscire e, sai, bere o fumare o litigare o fare qualche stupidaggine. Ho dedicato il mio tempo e la mia passione a uno sbocco creativo e me ne sono innamorata immediatamente. Ho capito subito che era quello che volevo fare. Solo che non sapevo necessariamente come farlo a livello professionale, ma alla fine l’ho capito e tutto è successo molto velocemente, capisci?

A diciotto anni ho fatto un film che è andato al Sundance, ero il protagonista maschile e tutto è successo tipo… una cosa tira l’altra e mi ci sono trovato dentro molto velocemente, molto più velocemente di quanto pensassi.

Credo anche più velocemente di quanto fossi pronto, perché ero ancora un ragazzino che cercava di capire la propria vita e le proprie priorità. Quindi il fatto che a 18 anni mi trovassi già nel bel mezzo dell’industria con tutti questi adulti, è stato piuttosto spaventoso e ho dovuto crescere molto più velocemente di quanto pensassi. Ma sono molto grato per questo, perché mi ha reso, credo, la persona che sono oggi e forse l’attore che sono oggi. È come se avessi bisogno di un calcio nel sedere da parte dell’universo.

Tra tutti i ruoli che hai avuto la possibilità di interpretare nel corso della tua carriera fin’ora, ce n’è uno a cui sei particolarmente affezionato?

Voglio dire, sarebbe difficile non dire TK, sai. Credo che sia solo perché ho avuto molto tempo a disposizione con lui. E ancora, sento davvero che Tim Minear mi ha benedetto con alcune delle trame più intricate e complesse dello show. Si può davvero sentire che sta riversando il suo cuore e la sua anima in TK, e sono così grata a lui e alla sua scrittura. Ho fatto un viaggio con questo personaggio.

Ho fatto tutto e ho visto tutto con TK e sono sicuro che in futuro ci saranno ancora cose che non mi aspettano. Quindi credo che TK sia sicuramente il lavoro più orgoglioso della mia carriera. È un’opportunità incredibile essere in uno show come questo, con così tante persone che lo guardano e che lo apprezzano e tu sei davvero orgoglioso del lavoro che stai facendo. Penso che sia molto raro e molto speciale. Sono molto grato per tutto questo.

INTERVISTA ESCLUSIVA: Ronen Rubinstein parla dell’origine della sua carriera e la passione per la recitazione! – VIDEO
Se dovessi dare un consiglio a chi vorrebbe intraprendere la carriera di attore, che tipo di consiglio daresti loro?

Direi di mantenere la pazienza. Siate perseveranti e preparatissimi. Credo che queste tre cose siano fondamentali per chiunque, credo per qualsiasi forma di arte, che si tratti di musica, pittura, recitazione o qualsiasi altra attività artistica. Perché raramente succede tutto subito, o si diventa grandi immediatamente, ci vuole molto tempo e bisogna essere preparati perché ci sono molte persone che cercano di fare lo stesso lavoro. Ed è una sorta di “cosa ti separerà dagli altri?”. E penso di credere veramente in “lavora più duramente di chiunque altro, sii più motivato di chiunque altro”.

Lavorate sodo e siate molto, molto insistenti. È ovvio che non c’è bisogno di dirlo, ma sii professionale, sii una persona rispettabile, capisci cosa intendo? Dovrebbe essere scontato, ma non è sempre così. Credo che queste quattro cose siano davvero fondamentali.

911: Lone Star 4 con Ronen Rubinstein andrà in onda il 24 gennaio negli Stati Uniti su Fox.

Continuate a seguirci per altre news su 911 Lone Star e il suo cast!

Desirèe

Non dimenticate di visitare le nostre pagine Facebook SurvivedtheShows, Instagram  @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles