mercoledì, Gennaio 25, 2023
HomeCelebrityJennifer Coolidge riceve una standing ovation e un bleep sul palco dei...

Jennifer Coolidge riceve una standing ovation e un bleep sul palco dei Golden Globes 2023!

Tanya McQuoid sarà anche morta, ma non è stata dimenticata. Jennifer Coolidge ha vinto il Golden Globe 2023 come miglior attrice non protagonista in una miniserie, serie antologica o in un film per la TV grazie alla sua interpretazione di Tanya, un personaggio molto amato dai fan nella serie di successo della HBO The White Lotus, durante la cerimonia di premiazione di martedì notte.

Al momento di ritirare il premio, la Coolidge si è commossa mentre pronunciava il suo discorso, ringraziando Ryan Murphy, che ha detto essere tra le cinque persone che l’hanno tenuta in piedi nel settore per 20 anni con questi “piccoli lavori”.

Questi lavori, ha detto, “sarebbero stati sufficienti fino a quello successivo e quello successivo ancora”, prima di sottolineare che “Michael Patrick King mi ha fatto andare avanti per molto tempo”.

“Poi c’è stata Reese [Witherspoon], che mi ha fatto avere Legally Blonde, poi i fratelli Weiss mi hanno fatto andare avanti con cinque American Pie, alcune di queste cose sarebbero andate avanti con cinque diversi episodi o sequel di American Pie. L’ho sfruttato fino all’oro. Voglio dire che ne farò ancora sei o sette, qualsiasi cosa vogliano”, ha detto.

Dopo aver ringraziato i suoi agenti, ha proseguito esprimendo la sua gratitudine per il creatore di White Lotus Mike White e lodandolo per il suo lavoro, cosa che alla fine lo ha portato alle lacrime.

“Voglio solo dire a Mike White che mi hai dato speranza, anche se questa è la fine perché mi hai fatto morire, ma non importa perché hai davvero cambiato la mia vita in un milione di modi diversi – i miei vicini non sono cattivi con me, cose del genere – e nessuna di quelle persone, non sono mai stata invitata a una sola festa sulla mia collina e ora tutti mi invitano!” ha detto.

“È per te Mike White, è una cosa che riguarda tutti voi”, ha detto Coolidge prima di continuare a parlare del regista e dello scrittore. “Se non conoscete Mike White, questo è qualcosa che dovreste sapere: è preoccupato per il mondo, per le persone, per gli animali. È davvero una delle persone più grandi che abbia mai incontrato, mi dà tanta carica per essere, tu fai venire voglia alle persone di vivere più a lungo e io non l’ho fatto”.

Per concludere il suo discorso sulla vittoria, ha aggiunto: “Quindi voglio solo dire a Mike White BLEEP che ti amo e voglio solo dire che è stata una serata divertente. Grazie. Grazie”.

Il suo discorso ha ricevuto un grande applauso e una standing ovation dal pubblico presente all’evento tenutosi al Beverly Hills Hotel.

L’attrice sessantenne – che lo scorso settembre ha vinto anche il suo primo Emmy in prima serata per il ruolo di Tanya – ha quasi rinunciato al lavoro perché non si sentiva in “forma da combattimento” dopo essere ingrassata durante la quarantena della pandemia COVID-19.

Fortunatamente, un buon amico della Coolidge l’ha convinta ad accettare comunque il ruolo.

Jennifer Coolidge parla del suo futuro nel franchise di “White Lotus”.

Come gli spettatori ben sanno (attenzione agli spoiler), la permanenza di Jennifer Coolidge nella serie antologica di Mike White è apparentemente giunta al termine dopo la sua scioccante morte nel finale della seconda stagione. O forse sì?

Quando ET ha chiesto alla Coolidge se ci fosse la possibilità di tornare nella serie, l’attrice si è purtroppo mostrata dubbiosa.

“Non credo”, ha detto Coolidge. “Non lo so. Voglio dire, potrebbe, sai. Non si sa mai”.

E se White avesse un modo per riportarla in un’altra location del White Lotus, lei sarebbe felice di farlo. Come ha detto lei stessa, “ci sto”.

Lo stilista di Jennifer Coolidge rivela come il suo abito per i Golden Globes sia adatto a Tanya McQuoid

Durante la cerimonia del 10 gennaio al Beverly Hilton di Los Angeles, l’attrice di The White Lotus ha sostituito uno dei suoi famosi caftani della serie HBO con un abito scintillante off-the-shoulder di Dolce & Gabbana.

“Jennifer ha un occhio fantastico”, ha dichiarato in esclusiva a E! News Gaelle Paul, la stilista di fiducia dell’attrice, a proposito del suo look. “Dolce sa davvero come costruire l’abito perfetto per lei”.

L’esperto di moda non ha esagerato, poiché ha fatto notare che il team del marchio italiano ha “cucito fino a tarda notte” per far sì che la creazione nera personalizzata di Jennifer brillasse sul tappeto rosso. Dopo tutto, l’abito era impreziosito da cristalli Swarovski.

Perché la star di Legally Blonde ha scelto questo look particolare per i Golden Globes? Beh, in parole povere, c’è un legame con la seconda stagione di The White Lotus, che è stata girata a Taormina, in Italia.

“C’erano molti abiti di Dolce & Gabbana in The White Lotus”, ha condiviso Gaelle, “Quindi, stasera indossa Dolce & Gabbana!”.

Per quanto riguarda il resto del glam di Jennifer? Ha optato per un’acconciatura voluminosa, con capelli raccolti a onde sciolte. L’hairstylist Janine Thompson ha utilizzato Better Not Younger per creare questo look da bomba.

Inoltre, la truccatrice Lilly Keys ha preparato la pelle della star con le proposte di Victoria Beckham Beauty. Lilly ha anche utilizzato i trucchi del marchio per dare a Jennifer una finitura fresca e radiosa e uno smoky eye drammatico ma morbido.

Bill Nye chiarisce di chi stava parlando Jennifer Coolidge durante la presentazione ai Golden Globes

Bill Nye ha postato mercoledì su Instagram una foto di repertorio di se stesso e Bill Nighy, chiarendo la pronuncia di entrambi i nomi dopo il discorso di Jennifer Coolidge ai Golden Globes di questa settimana.

Mentre era sul palco per consegnare il premio come miglior attore non protagonista in una serie televisiva, la Coolidge ha commentato che il suo “più grande incubo” è rischiare di sbagliare la pronuncia dei nomi. La Coolidge ha poi spiegato che una volta ha partecipato a una cena con Bill Nighy e ha scherzato sul fatto che non sa ancora come pronunciare il cognome dell’attore inglese.

Il giorno dopo Nye ha pubblicato una foto su Instagram, scrivendo: “Quando @jennifercoolidge ha parlato della pronuncia di Nighy ieri sera, non si trattava di me. Ma qualche anno fa, quel Nighy ha assicurato a questo Nye che entrambi i nostri nomi fanno rima con ‘ragazzo'”.

Nye ha incluso nel suo post anche uno spezzone del discorso.

“Una volta che dico il nome di qualcuno nel modo sbagliato, sono fregato”, ha spiegato Coolidge. “Non posso farlo: se lo fai in quel modo, non puoi annullarlo”.

Il pubblico ha riso per la confusione di Coolidge e molti commentatori su Instagram di Nye hanno fatto notare che anche loro non si erano accorti che i nomi dei due uomini si pronunciavano allo stesso modo.

The White Lotus ha dominato di nuovo come migliore miniserie, serie antologica o in un film per la TV dell’anno ai Golden Globe Awards del 2023.

Il creatore dello show di HBO Mike White ha accettato il premio sul palco dello show di martedì, dove ha detto che era “ancora così divertito” dal discorso di accettazione della star di The White Lotus Jennifer Coolidge all’inizio della serata per la migliore attrice in una miniserie, serie antologica o in un film per la TV.

“Stavo per fare questo discorso in italiano, ma sono troppo ubriaco, perché non c’è cibo”, White, 52, ha scherzato sul set siciliano della seconda stagione.

“Quindi, grazie a HBO. Se c’è un posto che ti capisce, è HBO”, ha continuato. “E grazie, all’HFPA. E grazie a questi ragazzi, mi prenderei un proiettile per voi, magari non nel cuore, ma nel piede o nella gamba o quello che è. E voglio ringraziare tutti gli attori.”

“E Jennifer, ti voglio bene. Ci siamo presentati con lo show che volevamo fare con Jennifer, e tutti sono stati grandiosi in questa serie. Quindi sì, è molto gratificante avere questo momento” ha terminato White.

Continuate a seguirci per altre novità sul mondo dei film e serie tv!!!

Chiara

Fonte: PEOPLE / ET Online / E!News

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles