domenica, Ottobre 2, 2022
HomeEditorialiOutlander 6: Diana Gabaldon approva la scelta della dipendenza da etere di...

Outlander 6: Diana Gabaldon approva la scelta della dipendenza da etere di Claire!

SPOILER ALERT: L’articolo presenta spoiler sul primo episodio della stagione 6 di Outlander e i libri di Diana Gabaldon.

Claire (Caitriona Balfe) è una guaritrice. Ma cosa fa una guaritrice quando lei stessa si sente danneggiata? Nella prima puntata della sesta stagione, Claire cerca rifugio dai suoi pensieri traumatici su Outlander usando la sua ultima invenzione medica, l’etere. È stato un finale inquietante per una premiere di stagione già turbolenta, con l’ultima immagine di Claire svenuta per l’anestesia. Dato che la dipendenza di Claire dall’etere rappresenta una grande differenza dalla serie di libri, The Dipp ha parlato con l’autrice Diana Gabaldon (che fa da consulente per la serie Starz) per vedere cosa pensava di questo cambiamento nel primo episodio Outlander 6, Echoes.

Outlander 6 Diana Gabaldon
Caitriona Balfe in Outlander 6 – CR: Robert Wilson STARZ

“La Claire dei libri probabilmente non l’avrebbe fatto. Per molteplici ragioni, inclusi i non trascurabili rischi fisici che si corrono nel farlo, tra i quali spicca la dipendenza”.

Diana Gabaldon sulla dipendenza da etere di Claire in Outlander 6
Ma la Claire del libro e la Claire della serie televisiva non sono la stessa cosa.

Diana Gabaldon ci tiene a sottolineare come la serie tenda a concentrarsi su Claire che sperimenta un disturbo da stress post-traumatico – “Dio solo sa quanto quella donna ne abbia diritto”. Simile a come ha sperimentato i flashback della sua esperienza nella Seconda Guerra Mondiale nella Stagione 2, mentre i giacobiti si stavano addestrando per la battaglia, Claire sta ora rivivendo i traumi causati dal suo recente rapimento e dallo stupro da parte della banda di Lionel Brown.

“Abbiamo sempre a che fare con una grande differenza tra i libri e la serie – vale a dire, spazio e tempo. Io ho tutto il tempo di cui ho bisogno affinché Claire (e altre persone) affronti il trauma in vari modi, e il mezzo abituale di Claire per farlo è Jamie”.

Diana Gabaldon
La serie fa ancora in modo che Claire elabori il trauma con e attraverso Jamie. Ma alcune delle circostanze del rapimento e dello stupro di Claire nella Stagione 5 “Never My Love” sono state gestite diversamente dalla serie TV, in particolare le conseguenze dirette dell’aggressione.

Diana Gabaldon ricorda come Jamie e Claire hanno una “lunga e violenta conversazione tra loro” in Nevi Infuocate dopo che lei è stata salvata. Fanno sesso e Jamie “le dà l’opportunità di reagire”, dice la Gabaldon. “Proprio come lei ha dato la stessa opportunità a lui, dopo Wentworth”.

Ma dal momento che la gestione del trauma post-aggressione di Jamie è stata alterata (“Giustamente, non vedo nessun modo giusto in cui avrebbero potuto girare quello che è successo nel libro, specialmente dati i vincoli di tempo”, dice la Gabaldon riguardo il cambiamento nella Stagione 1), così è stata la gestione che Jamie ha fatto del trauma di Claire – una scelta che Diana Gabaldon e la star/produttrice Caitríona Balfe hanno discusso con il New York Times dopo la messa in onda del finale della Stagione 5.

Outlander 6 Diana Gabaldon
Foto: Robert Wilson / STARZ
Tuttavia, Diana Gabaldon esprime una certa preoccupazione per la risposta di Claire che cade nel tropo della “donna forte”.

Parte dell’intero tropo della donna forte è che detta Strong Woman va da sola e va avanti, mettendo da parte ogni dimostrazione di preoccupazione da parte della sua famiglia”, dice la Gabaldon, sottolineando come Claire insiste che sta bene sia con Brianna che con Jamie in “Echoes”. Ma l’autrice aggiunge: “Dando credito a ciò che è dovuto, [questo è] un cenno ai libri”, in particolare al capitolo 29 di Nevi Infuocate, “Va tutto bene”. Nel capitolo, Claire dice ad una Bree dubbiosa che sta “perfettamente bene” dopo l’aggressione.

C’è anche il fatto che Claire conoscerebbe i pericoli di “sniffare etere”. Ma ancora una volta, la Gabaldon fornisce un avvertimento. “Non è affatto sconosciuto che i medici ne abusino”, dice, citando l’esempio letterario di The Cider House Rules di John Irving. Quindi, anche se la Gabaldon può avere i suoi appunti, è ancora soddisfatta di come la serie gestisce questa storyline nel complesso.

“Ho il vantaggio di aver visto l’intera stagione, e in realtà, penso che gestiscano l’intera cosa abbastanza bene all’interno della struttura che hanno sviluppato. Si risolve lentamente nel corso dell’intera stagione”.

Diana Gabaldon sulla risoluzione della dipendenza da etere di Claire in Outlander 6
Foto: Robert Wilson/Starz

Quindi, per i fan dei libri che stanno lottando con questo cambiamento, prendete coraggio. Perché proprio come Sam Heughan ha detto a The Dipp che la dipendenza di Claire dall’etere ha portato ad una “storyline onesta e gratificante”, sembra che la Gabaldon sia d’accordo.

“È molto plausibile e commovente – la recitazione tra Caitríona e Sam è incredibile – e ha una conclusione soddisfacente”.

Diana Gabaldon

Continuate a seguirci per altre novità su Outlander 6 ed il suo cast!

Chiara

Fonte: The Dipp

Non dimenticate di mettere mi piace alla nostra pagina Facebook, Instagram e Twitter, Survived The Shows / @survivedtheshows / @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles