Primo sguardo alla stagione 2 di Loki! – TRAILER

0
475

Disney+ lancerà la stagione 2 di Marvel’s Loki il 6 ottobre. Il capo dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha annunciato la data d’uscita della serie durante la presentazione di Disney Upfront lo scorso martedì insieme ad un primo materiale fotografico della prossima stagione. I nuovi episodi andranno in onda settimanalmente.

Interpretato da Tom Hiddleston, Loki è ambientata in un mondo adiacente a quello del Marvel Cinematic Universe, in cui il Dio del Male è un pesce fuor d’acqua quando finisce nei guai con la burocratica TVA (Time Variance Authority) dopo essere fuggito con il Tesseract.

Hiddleston è affiancato nel cast da Owen Wilson, Gugu Mbatha-Raw, Sophia Di Martino, Wunmi Mosaku e Richard E. Grant.

Justin Benson e Aaron Moorhead dirigono e producono esecutivamente la seconda stagione. Eric Martin è sceneggiatore e produttore esecutivo, insieme a Hiddleston e Michael Waldron.

Il produttore esecutivo di ‘Loki’ svela i nuovi personaggi della stagione 2: O.B., Hunter X-5 e altri ancora

[Attenzione: quanto segue contiene GROSSI spoiler su Loki, stagione 2, episodio 1].

Loki è tornato e ha portato con sé molti nuovi personaggi per mantenere interessante la trama dal ritmo incalzante, con star come Ke Huy Quan e Rafael Casal che si uniscono al mix.

Sono già state sollevate domande su queste ultime aggiunte, e il produttore esecutivo della serie Kevin Wright sta offrendo alcuni chiarimenti mentre ci prepariamo a tuffarci nei sei episodi del prossimo autunno. Riprendendo da dove i fan lo hanno visto l’ultima volta, Loki (Tom Hiddleston) si è ritrovato all’interno della Time Variance Authority (TVA) in un momento in cui Colui che Resta (Jonathan Majors) governava apertamente.

Il Dio della malizia si mette in fuga quando Mobius (Owen Wilson), Hunter B-15 (Wunmi Mosaku) e altri personaggi che non lo riconoscono iniziano a inseguirlo. Rendendosi conto di essere nel passato, Loki si ritrova a svanire avanti e indietro nel tempo, atterrando ancora una volta nel presente con Casey (Eugene Cordero) che riesce a indicargli la direzione di Mobius e B-15.

Nel frattempo, si scatena il caos: le linee temporali liberate da Sylvie (Sophia Di Martino) che aveva pugnalato Colui che resta nella Stagione 1 continuano a ramificarsi, destando allarme.

Andando in direzione di Mobius e B-15, Loki continua a “scivolare nel tempo” tra il passato e il presente, finché non si ritrova in una riunione del consiglio a cui sono stati convocati Mobius e B-15.

Loki inizia ad avvertirli del pericolo di Colui che Resta, facendo notare che i loro ricordi sono stati cancellati per dimenticarlo. Utilizzando un bastone da potatura rubato al partecipante alla riunione e apparente antagonista, Hunter X-5 (Casal), Loki svela un muro con il volto di Colui che Rimane insieme ad altre varianti del potente essere proprio mentre il consiglio, tra cui il Generale Dox (Kate Dickie) e il Giudice Gamble (Liz Carr), stavano discutendo su come gestire le linee temporali ramificate fuori controllo.

B-15 non vuole che le linee temporali vengano ridotte, riconoscendo che distruggerebbero la vita delle persone.

Alla fine il giudice Gamble si pronuncia a favore, ma quando Loki lo interrompe, il generale Dox non può fare a meno di notare che Loki ha menzionato Sylvie e il suo coinvolgimento. Quando l’incontro comincia a svolgersi, Dox mette una mano dietro il collo di Hunter X-5, unendo le loro fronti. Gli ordina di trovare Sylvie per scoprire cosa è successo alla fine del tempo. È una posizione particolare quella assunta dalla coppia, che viene notata da B-15, ma sta forse leggendo troppo in tutto questo?

Wright afferma: “Penso che tutti i personaggi della TVA, a causa di queste cancellazioni mentali, siano varianti di linee temporali e vite che non conosciamo. C’è da chiedersi quanto il loro comportamento sia istituzionalizzato dall’essere nella TVA, dal vivere secondo queste regole”.

Sebbene Mobius sia appassionato di moto d’acqua, Wright riconosce: “Penso che dobbiamo chiederci da dove provengano queste cose. Si tratta di speculazioni, ma credo che siano cose su cui il pubblico deve riflettere”, afferma.

“Sembra una relazione di tipo materno o qualcos’altro”, accenna Wright al breve momento condiviso tra i nuovi personaggi. “Penso che per tutti i personaggi si tratti di una domanda più ampia su cosa li renda tali. Quanto sono influenzati da una vita che non ricordano e quanto sono influenzati dalla vita che conoscono e che stanno vivendo?”.

“Volevamo che tutti fossero nella zona grigia, non solo buoni e cattivi, ma che cosa li rende tali? Da dove vengono e ne sono consapevoli?”. Continua Wright.

Un individuo che rientra in questa categoria è O.B. di Ke Huy Quan, altrimenti noto come Ouroboros.

Quando Mobius porta Loki al reparto riparazioni e progressi della TVA, viene presentato l’uomo armeggiante che ripara un dispositivo dopo l’altro da solo nel seminterrato.

Ma c’è qualcosa di strano in questa presentazione: O.B. sembra ricordarsi di Mobius, ma Mobius non ricorda il nome di O.B., né tanto meno le interazioni che hanno avuto in precedenza. Che si tratti di un vuoto di memoria o di una parte della cancellazione della memoria, sembra che il riparatore operi su una lunghezza d’onda diversa da quella dei suoi colleghi della TVA.

“È intenzionalmente un po’ astratto. Non è qualcosa che si inserisce in una grande trama, quindi non voglio che la gente stia seduta a guardare falsi indizi”, sottolinea Wright. “Ma direi che la cosa che ci ha entusiasmato è che lui è una specie di personaggio dimenticato nel seminterrato e quando Mobius presenta Loki a O.B. per la prima volta, e stanno affrontando tutta la conversazione, Mobius dice “Sai dei guardiani del tempo?” e sta per dirgli qualcosa su ciò che sta accadendo al piano di sopra e viene interrotto dal salto temporale di Loki”.

Wright dice: “Sarei curioso di vedere se anche lui sapeva che c’erano dei cronometristi”. La domanda è piuttosto: “Da quanto tempo è lì sotto?”. Wright osserva. “Penso che siano tutte domande interessanti su chi ha avuto la mente cancellata e chi no”. Fortunatamente, questo è solo l’inizio di queste storie con i nuovi personaggi di Loki che si intrecciano con gli individui che i fan hanno imparato a conoscere e amare così tanto.

Come la stagione 2 di ‘Loki’ sta attingendo agli archivi di McDonald per la storia di Sylvie

L’attesa seconda stagione di Loki si fa sempre più vicina ogni giorno che passa e, sebbene molti dei dettagli relativi al prossimo capitolo della storia del Dio della malizia (Tom Hiddleston) rimangano ancora segreti, una cosa è certa: andrà da McDonald’s.

Sì, Loki si dirigerà verso gli archi dorati apparentemente alla ricerca di Sylvie (Sophia Di Martino) dopo aver lasciato le cose in sospeso tra i due nella prima stagione. Come rivelato nel trailer della seconda stagione, Sylvie lavora al fast food, anche se in un’epoca non parallela alla nostra, optando invece per gli anni Ottanta.

(Credit: Leah Williams)
Per celebrare il viaggio nel tempo, McDonald’s ha trasformato una delle sue sedi di Brooklyn, allestendola con decorazioni retrò, attrezzature della TVA e costumi di Loki e Sylvie. Anche lo storico dell’azienda, Mike Bullington, era presente sul posto per rispondere alle domande sul ruolo di McDonald’s nella seconda stagione.

In qualità di archivista, Bullington riconosce i dettagli che è più entusiasta di vedere per i fan: “Una cosa semplice come la targhetta di Sylvie” è una cosa importante. “Volevano una targhetta autentica di quel periodo”, aggiunge del team della serie. “Naturalmente c’erano diversi modelli, ma essere in grado di fornire questo è stato davvero bello”.

Bullington ha aggiunto: “Avevano degli storyboard su cui volevano che lavorassi, quindi ho inviato loro molte immagini di interni ed esterni di ristoranti. Abbiamo inviato uniformi reali, registratori di cassa e attrezzature per la cassa. Quindi, ancora una volta, abbiamo cercato di renderlo il più autentico possibile”.

Anche se alcuni degli oggetti che i fan vedranno sullo schermo sono stati ricreati, Bullington ha osservato: “Molte delle attrezzature del ristorante sono originali. Alcuni degli altri oggetti di scena, come il distributore di cannuccia, erano originali. Quindi hanno cercato di utilizzare un bel po’ di materiali [originali]”.

“Proprio come Sylvie nello spettacolo”, gli oggetti di scena “tornano indietro nel tempo”, ha detto Bullington. Così è stato per questo speciale pop-up di Loki al McDonald’s di Bay Parkway Brooklyn, che ha offerto ai fan uno sguardo ravvicinato ai legami Loki-McDonald’s fino al 1° settembre. Nel frattempo, i fan dovranno rimanere sintonizzati per ulteriori dettagli sul cameo Marvel dell’azienda di fast food quando la seconda stagione arriverà su Disney+.

Sebbene l’aspetto promozionale sia certamente da prendere in considerazione, Bullington ha messo le cose in chiaro, affermando che il team dello show della Marvel “è venuto da McDonald’s. Hanno detto: ‘Dove mangiava Sylvie nei primi anni ’80? Da McDonald’s, ovviamente”.

Ecco OB, l’eccentrico riparatore di Ke Huy Quan in Loki stagione 2

La seconda stagione (in prima visione il 6 ottobre su Disney+) vede Loki e Mobius recarsi nelle viscere più profonde della TVA, in cerca di aiuto dall’eccentrico tecnico di Quan. OB lavora nel reparto riparazioni e avanzamento, e il suo ufficio si trova nel seminterrato, un’accozzaglia di gadget e aggeggi.

“Il suo lavoro riguarda praticamente ogni pezzo di tecnologia, ogni computer, ogni cosa che funziona alla TVA”, spiega il produttore esecutivo Kevin Wright a EW. “Lo ha progettato, oppure lo ripara e lo fa funzionare”.

Quan, naturalmente, non è nuovo a storie stravaganti, che si muovono nell’universo, avendo vinto un Oscar all’inizio di quest’anno per Everything Everywhere All at Once.

Wright racconta a EW che è stata la celebre direttrice del casting Marvel Sarah Halley Finn a suggerire Quan per Loki, dopo aver assistito a una prima proiezione del film. Era aprile e Everything Everywhere stava per essere distribuito in tutto il paese, quindi la Marvel si è affrettata a fare un’offerta a Quan immediatamente, sapendo che la sua agenda stava per riempirsi.

“Credo che Kevin Feige abbia fatto una telefonata forse il 12 aprile, solo per seguire la situazione e dire: ‘Per favore, per favore, fatelo'”, racconta Wright con una risata. “Non sapevamo che Ke, a quanto pare, era già un grande fan della Marvel e che era un grande fan di Loki nella prima stagione”.

EW ha parlato con Quan nell’agosto del 2022, subito dopo che il suo ruolo di Loki era stato rivelato per la prima volta al D23 Expo della Disney. Scendendo dal palco, l’attore ha ammesso di aver tenuto nascosto il ruolo anche alla sua famiglia.

“Ho fantasticato su questo ruolo per molti, molti anni”, ha detto Quan a EW all’epoca, “fin da quando è uscito il primo Iron Man. Ho visto tutti i film al cinema. Guardo costantemente su YouTube quanto siano appassionati ed entusiasti questi fan. Quindi essere sul palco oggi con Sophia, Tom, Owen e Kevin e ricevere tutto questo… è stato incredibile”.

Dal lancio di show come WandaVision e Ms. Marvel, la Marvel ha costruito un piccolo impero televisivo su Disney+, con diversi nuovi show ancora in lavorazione.

Ma Loki è il primo show Marvel Disney+ a ottenere una vera e propria seconda stagione, e Wright dice che lui e il team creativo volevano continuare ad abbracciare le possibilità narrative della televisione a episodi. La prima stagione si è presa il tempo necessario per godere di momenti più tranquilli e incentrati sui personaggi, come le lunghe scene di Hiddleston e Wilson insieme, che parlano e basta. Wright promette che la seconda stagione continuerà a fare lo stesso. (In effetti, l’improbabile amicizia tra Loki e Mobius è il “pane quotidiano” della stagione).

“Nei nostri film [Marvel], a volte bisogna andare avanti molto rapidamente per arrivare alla cosa successiva”, spiega Wright. “Qui, invece, è come se: ‘No, possiamo fermarci in questi momenti’. E dal punto di vista drammatico, questa è una cosa eccitante”.

La seconda stagione vedrà Loki, Sylvie e Mobius alle prese con una nuova ma familiare nemesi: Victor Timely (Jonathan Majors), un brillante industriale e inventore che vive agli inizi del 1900.

Come il minaccioso Colui che resta, che ha fatto il suo debutto nel finale della prima stagione, Timely è una variante di Kang il Conquistatore, un cattivo che si sposta di dimensione e che assume diverse forme. La versione di Majors di Timely avrà un ruolo importante nella seconda stagione di Loki, anche se l’attore deve affrontare problemi legali fuori dallo schermo.

“Victor Timely è una persona di cui siamo molto, molto entusiasti”, dice Wright. “Quando si guarda a Kang, ha una storia comica molto divertente. Ha tutte queste iterazioni. Timely è uno di quelli che abbiamo sempre voluto fare in Loki. E credo che siamo davvero entusiasti di come questo si integri nella stagione. È una parte importante dello show”.

Soprattutto, Wright promette che la seconda stagione di Loki continuerà ad abbracciare le stranezze della prima. I prossimi sei episodi attraverseranno lo spazio e il tempo, passando dalla Fiera Mondiale di Chicago del 1893 alle luci fluorescenti di un McDonald’s degli anni Ottanta. Dopo tutto, questo è lo show che ci ha dato l’Alligatore Loki e la mascotte dell’orologio galleggiante senziente.

“Abbiamo creato uno show strano [nella prima stagione] e la gente ha risposto a quanto era strano”, spiega Wright. “Quindi, volevamo spingerci oltre”.

FOTO PROMOZIONALI

Continuate a seguirci per altre novità sul mondo dei film e serie tv!!!

Chiara

Fonte: Deadline / TV Insider

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here