venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeNewsSam Jaeger parla di un reboot di "Parenthood"

Sam Jaeger parla di un reboot di “Parenthood”

La star di The Handmaid’s Tale, Sam Jaeger, ha anticipato potenziali piani per un reboot di Parenthood – e perché potrebbe non avere senso in primo luogo.

La saga dei Braverman, che comprende Sarah (Lauren Graham), Adam (Peter Krause), Crosby (Dax Shepard), Kristina (Monica Potter) e Julia (Erika Christensen), si è conclusa dopo sei le stagioni dell’amato dramma della NBC Parenthood, che è andato in onda dal 2010 al 2015.

Sam Jaeger, che ha interpretato il marito di Julia Joel Graham nello show, avverte i fan che un potenziale reboot o riunione potrebbe non avere molto senso, visto che – spoiler alert – Il patriarca Zeek (Craig T. Nelson) è morto nel finale della serie.

“Non so che aspetto abbia uno show di Parenthood senza Craig T., sai?” Sam ha detto in esclusiva a E! News. “Quella è stata una fine necessaria per la nostra serie.”

“Quando abbiamo lasciato la serie, Boyhood, il film di [Richard] Linklater era appena uscito,” Sam ha detto, “e [Jason] ha pensato, ‘Beh, forse questo è quello che facciamo. Torniamo ogni 10 anni a vedere ciò che i Braverman hanno fatto.'”
Ciò collocherebbe una riunione di Parenthood nel 2025 quando Tyree Brown, che ha interpretato Crosby e Jasmine Trussell (Joy Bryant), il figlio Jabbar, compie 21 anni.

Sam ha esortato che se un qualche tipo di reboot accade, “vorrebbe che sia buono come quello che era,” quindi l’asticella è alta.

“Sarei disposto a farlo,” Sam ha detto. “Amo tutte quelle persone. Lo farei in un attimo.”

Il creatore di Parenthood fornisce un aggiornamento su un potenziale reboot

Dopo tutto, la porta dei Braverman potrebbe non essere completamente chiusa.

In qualche modo, sono già passati più di otto anni da quando Parenthood ha lasciato la tv. Il dramma sulla saga della famiglia Braverman, interpretato da Peter Krause, Lauren Graham, Dax Shepard, Joy Bryant, Erika Christensen, Monica Potter, Craig T. Nelson e altri, è andato in onda sulla NBC per sei stagioni dal 2010 al 2015.

E certo, la serie ci ha distrutto emotivamente quasi ogni settimana? Certo! Ma siamo pronti a fare scorta di fazzoletti per un potenziale reboot? Ci potete scommettere!

A quanto pare, anche il creatore di Parenthood Jason Katims ci ha pensato. In un’intervista esclusiva con E! News, Jason ha dichiarato: “È interessante, credo che sia passato abbastanza tempo da poter davvero guardare alla prossima generazione”.

Ok, vi ascoltiamo.

“Sono così curioso di vedere dove si trovano Max (Max Burkholder) e Amber (Mae Whitman) e molte di queste persone”, ha continuato Jason, “come Drew (Miles Heizer)”.

Quindi, in pratica, Parenthood: Next Generation.

Max è il figlio di Adam e Kristina Braverman, interpretati rispettivamente da Krause e Potter. Amber e Drew sono i figli di Sarah Braverman, interpretata da Graham. Il loro padre assente Seth, che riesce a redimersi alla fine della serie, è interpretato da John Corbett.

Anche se Jason ha sicuramente elaborato delle idee nella sua testa, ha riconosciuto che riunire la banda è molto più facile a dirsi che a farsi.

“Molte cose devono combaciare perché una cosa del genere funzioni”, ha detto, “ma si sa, mai dire mai”.

Credici, Jason, non lo faremo.

Le voci su una possibile riunione della famiglia di Parenthood hanno preso piede negli ultimi anni, anche tra le star dello show. A ottobre Sam Jaeger, che interpretava Joel Graham, marito di Julia Braverman-Graham (Christensen), ha dichiarato a E! News che “lo farebbe all’istante”.

Anche se Sam ha ammesso che un reboot di Parenthood senza il patriarca della famiglia Braverman, Zeek (Nelson), morto nel finale della serie, potrebbe non essere del tutto adatto.

“Non so come sia uno show di Parenthood senza Craig T., sapete?”. ha detto Sam. “È stata una fine necessaria per la nostra serie”.

Come Sam Jaeger spera che il viaggio di Mark finisca in The Handmaid’s Tale

Sam Jaeger pensa che un lieto fine sia probabilmente troppo da chiedere a The Handmaid’s Tale di Hulu, e sa bene che non ci si può aspettare altro che brutalità e spargimenti di sangue dalla serie, che attualmente è nel bel mezzo della sua quinta stagione.

Tuttavia, con la fine della serie in vista – è stata recentemente rinnovata per una sesta e ultima stagione – Sam spera che Mark possa almeno trovare un po’ di conforto mentre The Handmaid’s Tale si avvia verso la fine.

“Penso che sia coinvolto nel tentativo di salvare quante più persone possibili da Gilead”, ha detto in esclusiva a E! News, “quindi spero il meglio per lui perché penso che stia cercando di gestire un sacco di grandi personalità e si merita un po’ di pausa”.

Una di queste grandi personalità è Serena, interpretata da Yvonne Strahovski, la cui storia è stata al centro della scena nella quinta stagione.

Nonostante le sue vendette e la sua storia personale con Mark, Sam dice di volere il meglio anche per lei.

“Siamo stati con questi personaggi per così tanto tempo che spero che trovino la redenzione, anche Serena”, ha detto Sam, “che è stata un personaggio così conflittuale e così nemico per gran parte della serie. Spero che trovi un po’ di grazia, di accettazione e di pace. Credo che questa sia la speranza per il nostro show”.

In definitiva, Sam spera solo che Mark arrivi alla fine, ma non è del tutto ottimista. “Spero che Mark sopravviva”, ha detto, “ma le probabilità sono forse 50/50”.

Se sopravvive, Sam spera che Mark sia in grado di portare a termine gli obiettivi che hanno guidato le sue motivazioni nel corso della serie.

“Credo che la sua speranza sia per ciò che c’era una volta, per ciò che resta della democrazia”, ha detto. “Penso che lo desideri ardentemente e che speri di riacquistare un senso di libertà per sé e per tanti altri. Spero che trovi un po’ di pace”.

Tuttavia, se Mark dovesse davvero incontrare il suo creatore, Sam si è preparato al momento fatidico.

“Penso che mi chiamerebbero almeno prima di uccidermi. Penso che mi farebbero questa cortesia”, ha detto. “Ma apro i copioni con esitazione, perché ricordo di aver letto i primi due episodi di questa stagione, di essere arrivato alla fine e di aver visto quel momento cruciale in cui Serena prende il sopravvento e di aver pensato: “Oh no, non è quello che volevo””.

Continuate a seguirci per altre novità su film e serie tv!

Aurora

Fonte: E!News

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

Aurora Odolini
Aurora Odolini
Studentessa di scienze della comunicazione, quando non piango per l’università piango per le serie tv. Mi rifugio in mondi immaginari perché sono meglio della realtà. Candidata all’Oscar per film mentali. Un mix perfetto di Jane Sloan, Jessica Day e Clary Morgenstern (quella dei libri però). Nel tempo libero scrivo articoli e recensioni di serie tv, così concilio le mie due passioni più grandi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles