mercoledì, Dicembre 7, 2022
Homethe FostersTheFosters. Stagione 4A. Quando la situazione sfugge di mano... Desy's Review

TheFosters. Stagione 4A. Quando la situazione sfugge di mano… Desy’s Review

Le storyline principali della prima parte della quarta stagione di The Fosters sono sicuramente quelle di Mariana e di Callie, oltre a quella delle mamme, e non mi stupisce per questo che le protagoniste del nuovo spin-off della serie tv, Good Trouble siano proprio loro.

Sicuramente la storyline principale e che più mi ha appassionata è quella di Mariana che già fin dai primi episodi ci tiene con il fiato sospeso. La situazione e il triangolo fra la ragazza, Matt e Nick è davvero delicata come la stabilità di Nick che si sente tradito da tutti i punti di vista dalla sua ragazza e molto probabilmente anche usato per il fatto di aver dato loro il magazzino del padre per il loro spettacolo teatrale. Cosa questa non vera perchè lo spettacolo era prima di tutto di Brandon che ancora una volta è rimasto fregato. La prima delle tante il questa prima metà della quarta stagione di The Fosters.

Marisa Tomei & More in Highligh...
Marisa Tomei & More in Highlights from LCT's 'A HAPPY MARRIAGE'

Subito la situazione di Nick appare delicata perchè viene ricercato per l’incendio, da lui compiuto, del grande magazzino. Siccome ha con sè la pistola del padre, nella scuola, viene annunciato un allarme blu e tutti alla Anchor Beach sono terrorizzati e barricati nelle aule. La storyline del supplente però lascia a desiderare ed è solo un espediente per togliere l’attenzione da Nick, che nei primi due episodi si comporta proprio come un fuggitivo, scappando da scuola – con l’espediente dell’auto prestata a Jesus – e nascondendosi a casa Adams-Fosters senza che le proprietarie lo sappiano. Mariana è sicuramente la più colpita in una situazione di tensione palpabile in tutta la famiglia.

Proprio al culmine della faccenda Mariana per far desistere il ragazzo di farsi del male, o di farne a lei, le dice di amarlo ancora e lo rassicura ancora una volta dicendogli che stanno ancora insieme. Questo atto le si ritorcerà contro e la perseguiterà per tutto il resto della trama dei primi 10 episodi della stagione, nella quale lei è sicuramente fuori controllo. Sotto pressione per la situazione che non sa come gestire con Nick che continua a cercarla da dentro il carcere, per i suoi doveri scolastici e per un progetto scolastico in cui è a capo di un team comincia a prendere le pillole contro la ADHD di Jesus e le cose si complicano. Da stressata diventa fuori controllo, nervosa e scontrosa con tutti. Tutto le sta sfuggendo di mano.

Callie invece fa i conti ancora una volta con il suo passato e con la storia che ha avuto con Brandon mentre cerca come sempre di evadere. Durante il suo periodo di espulsione dalla scuola, per essersi difesa troppo violentemente, da una ingiuria, conosce Aaron, un giovanissimo studente di giurisprudenza con cui ha subito feeling. Si scambiano un bacio, ma lei mette subito in chiaro di avere un ragazzo, AJ. Il ragazzo in affido a Mike la sua ragazza con il suo progetto per la tesina che chiama “7 case in 7 anni”, le sette case in cui ha vissuto nei sette anni in cui è stata nel sistema. Torna nelle case in cui ha abitato e scatta delle foto. Entra in contatto con due delle ex madri affidatarie e se nella casa dove è stata violentata riceve insulti e rabbia, nell’altra casa riceve amore. Proprio in quella casa si imbatte nella prossima battaglia: cercare di aiutare un suo ex fratello in affido in quella casa con lei che è stato incarcerato per omicidio secondo i fatti ingiustamente. Vittima di un sistema corrotto che lo ha usato come capro espiatorio.

Callie ricontattata Aaron, che è un volontario presso una struttura per proteggere legalmente i ragazzi in affido e si fa aiutare in questa causa. Il ragazzo rivelatosi transgender si rivela molto dolce con lei e per questo più di una volta c’è scontro tra i due.

Oltre a quelle che per me sono le storyline principali si affiancano quelle più o meno interessanti degli altri personaggi principali. Mentre le mamme lottano con i loro problemi con la situazione con Gabe, il padre biologico di Mariana e Jesus, prima e con i problemi economici del padre di Lena poi le storyline dei figli di casa sono più frivole o inutili.

Se avessi potuto avrei skippato tutte le parti riguardanti Brandon perchè sì, è diventata abbastanza noiosa la situazione con Courtney e Mason, il figlio di lei urlante e fuori controllo. Tutta la situazione è abbastanza paradossale, come le azioni che compie per aiutarla economicamente che gli si ritorceranno presto contro.

Menzione speciale per la coppia Emma e Jesus: lei mi piace un sacco e Jesus beh penso sia il mio personaggio maschile preferito in The Fosters da sempre. Peccato che la recitazione di Noah Centineo faccia un po’ pena. Menomale che è migliorato con il tempo! La storyline in cui cerca di aiutare Gabe è molto dolce. Si è preso anche un chiodo in testa con una sparachiodi per aiutarlo. Come sempre Emma è al suo fianco, sono così dolci! In assoluto la mia coppia preferita della serie, dopo Lena e Stef ovviamente!

Un’altra storyline inutile è sicuramente quella di Jude con il figlio del pastore. La sua fase “marijuana e ribellione” è così anni ’90 che non sembra nemmeno di guardare The Fosters. Non mi piace, non mi piace affatto!

Nel finale di metà stagione succedono un sacco di cose, da tutti i fronti. Stef è minacciata dal Detective che ha fatto incarcerare l’ex fratello in affido di Callie perchè anche lei sta investigando sul caso, Brandon è stato preso alla Julliard ma non potrà frequentare per un reato che ha commesso e Callie è in guai seri perchè mentre è stata fatta salire in auto con un espediente dal nipote della donna assassinata quattro anni prima scopre da Aaron che sull’arma del delitto c’è il DNA di un parente della vittima.

Mariana, oltre a tutto quello che è successo e l’imminente incontro con Nick che non può rimandare e che la terrorizza, viene a sapere che Matt andrà al college a Boston e le crolla il mondo addosso. Mischia birra alle pillole e finisce in uno stato confusionale che la fa diventare paranoica. “Vede” Nick e sconvolta chiama il gemello e poi scappa verso l’ignoto. La troverà proprio quest’ultimo che nel frattempo è scappato dagli arresti domiciliari per cercarla. Riesce anche a calmarla alla fine ma all’arrivo di Jesus, quest’ultimo aggredisce Nick e quando a sua volta viene colpito perde i sensi.

Cosa ci riserverà la seconda parte della quarta stagione?
Scopritelo con noi e non perdete il prossimo appuntamento con The Fosters!
A presto,
Desy

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook SurvivedtheShows e mettere mi piace per rimanere sempre aggiornati!

Desiree Bernardin
Desiree Bernardinhttp://survivedtheshows.com
Dicono che in ognuno di noi rimangano le caratteristiche spiccate delle nostre eroine preferite. Proprio per questo vorrei essere bellissima come Brooke Davis, ingegnosa come Raven Reyes e sicura come Stella Kid. Invece sono paffuta come Kate Pearson, sognatrice come Belle Gold e determinata come Brianna Fraser. Amo le appasionanti serie tv, il buon cinema e i bei libri. Per unire le mie più grandi passioni ho dato vita al mondo di Survived the Shows che dirigo, oltre a creare contenuti digitali, scrivere articoli e recensioni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles