martedì, Novembre 28, 2023
HomeNewsChicago Med 8 Finale: Nick Gehlfuss lascia la serie!

Chicago Med 8 Finale: Nick Gehlfuss lascia la serie!

Nick Gehlfuss, che ha interpretato il dottor Will Halstead in tutte le otto stagioni di “Chicago Med”, lascia la serie, facendo la sua ultima apparizione nel finale della stagione 8 di mercoledì sera. Quando Will ha lasciato l’ospedale in seguito ai numerosi cambiamenti avvenuti al Gaffney, si è riunito con la sua ex-fidanzata, Natalie (Torrey DeVitto, che ha fatto un’apparizione a sorpresa nell’episodio dopo essere uscita alla fine della stagione 6).

Le riprese del finale sono state un processo toccante per Gehlfuss.

“È stata una decisione difficile, ma alla fine sentivo di aver portato il dottor Halstead al massimo delle sue possibilità. Penso che questo dipenda da una parte creativa di te, o dall’energia o dallo spirito che hai, che sei in grado di costruire per un tempo molto lungo con una persona o no”, dice Gehlfuss a Variety. “Sono attratto da questa professione per la sua varietà, e otto anni sono tanti. Sono due lauree! Ora scherzo dicendo che in pratica ho un dottorato in televisione”.

“È travolgente, a causa di tutte le emozioni. Non sarebbe così se non significasse così tanto. È come con l’amore, se ami veramente qualcuno avrai momenti molto alti e momenti molto bassi, perché è così importante per te”, dice. “Per me era importante dare a tutti un preavviso della mia partenza, in modo da non finire a freddo”.

Il finale è stato girato a metà aprile, circa un mese e mezzo dopo che Gehlfuss aveva comunicato al team che era giunto il momento di lasciare. “La prima persona che ho chiamato è stata la ragione di tutto questo, Dick Wolf”, dice del creatore dello show. “Per me era molto importante che lo sentisse prima da me. E poi credo che da quel momento sia stato un effetto a cascata”.

Anche se il ricongiungimento di Natalie e Will “sembra appropriato”, non è sempre stato previsto che la coppia tornasse insieme. Quando ha comunicato al team creativo la sua partenza, sono iniziate le discussioni su un possibile finale di Manstead e ha aspettato che i produttori contattassero la DeVitto.

“Sono rimasto in contatto con lei, quindi non è che non ci fossimo più visti da quando ha lasciato la serie. Ma è stato bello vederla”, racconta Gehlfuss. “Abbiamo ripreso il nostro ritmo di lavoro come se non avessimo avuto tempo libero. È stato un momento bellissimo, che spero porti un po’ di pace ai fan. Perché questa relazione ha chiuso il cerchio per Will e Natalie. Credo che Will abbia cercato elementi di Natalie in ogni relazione successiva alla loro rottura. Non è mai riuscito a dimenticarla veramente”.

George Burns Jr/NBC

Presente in “Chicago Med” fin dal suo debutto nel 2015 – con una partecipazione a tutti i 163 episodi – Gehlfuss porterà con sé alcune lezioni di Will.

“Il nome William significa protettore o protezione. Proteggeva i suoi pazienti come se fossero la sua famiglia. Il modo in cui era così impegnato nel suo lavoro e in ciò che era chiamato a fare in questa vita, la passione che aveva per tutto questo, non lo dimenticherò mai”, dice. “Si prendeva dei rischi per le persone. Ora, si potrebbe parlare del fatto che a volte metteva le sue cose personali in mezzo al suo lavoro? Questo confondeva le situazioni? Sì. Non dimenticherò mai di ricordare a me stesso la lezione che ho imparato e che Will Halstead potrebbe non aver imparato, cioè di lasciare le cose personali fuori dal lavoro! Non dimenticherò mai che anche lui è un combattente. Si batteva per qualsiasi cosa ritenesse necessaria per sé o per i suoi pazienti”.

Ora Gehlfuss spera di poter esplorare un nuovo personaggio.

“Mi piacerebbe essere un cowboy”, dice. “Mi piacerebbe stare all’aria aperta. Adoro stare all’aria aperta. In definitiva, voglio sviluppare nuovi e diversi personaggi. È stato un vero dono poter esplorare un personaggio per otto anni. La televisione permette questa possibilità, naturalmente, e quindi non vedo l’ora di farlo di nuovo”.

Naturalmente, la porta non è mai chiusa nell’universo di One Chicago, nel caso in cui si presentasse l’opportunità di un ritorno di Halstead. “Per fortuna eravamo tutti d’accordo su questo, quando ho parlato con Dick e gli sceneggiatori”, dice. “Quando avrà di nuovo senso per i momenti importanti, mi piacerebbe indossare di nuovo il camice bianco”.

Prima di concludere l’intervista, Gehlfuss chiede se può parlare direttamente ai fan, visto che non è attivo sui social media.

“Non è un segreto che senza di voi non avremmo un lavoro. Una delle cose più importanti che possiamo regalarci l’un l’altro è il nostro tempo. Quindi grazie a tutti voi per il vostro tempo e il vostro sostegno. Sono stato molto lusingato dalla quantità di persone che si sono rivolte a me per dire qualcosa di positivo su One Chicago e sul mio lavoro. Questa è la migliore conferma del contratto tra pubblico e narratore. Mentre Will Halstead se ne va, One Chicago non se ne va. Godetevi le stagioni a venire!”.

Il mondo di One Chicago ha subito molti cambiamenti nel cast nell’ultimo anno, con “Chicago Med” che ha visto il maggior ricambio. Guy Lockard, Sarah Rafferty e Asjha Cooper se ne sono andati all’inizio della stagione, così come Brian Tee, altra star della serie originale.

Marlyne Barrett condivide un sentito addio al “Grande Rosso” di Chicago Med, Nick Gehlfuss

Marlyne Barrett, che interpreta la tenace infermiera Maggie Lockwood, responsabile dell’ED, ha condiviso su Instagram una foto BTS di lei e Gehfluss nei panni di Maggie e Halstead. Si tratta di un’immagine commovente che ritrae i due mentre si scambiano qualche parola tra un momento di ripresa e l’altro, di cui Halstead e Maggie sono stati protagonisti.

La Barrett ha intitolato il dolce post su IG: “Non è stato un addio facile… Big Red… ci mancherai”. #chicagomed #Repost @nbconechicago”. Guarda la foto qui.

“Chicago Med” ritorna sulla NBC il prossimo autunno.

Continuate a seguirci per approfondire sempre di più le vite del mondo di One Chicago e del suo cast!

Desirèe

Fonte: TV Line

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati su film e serie tv!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles