Miranda Rae Mayo parla di Chicago Fire, l’esplorazione sessuale e salute mentale!

0
994

Miranda Rae Mayo fa parte del cast della serie di successo della NBC Chicago Fire dal 2016, ma l’attrice californiana non si limita a interpretare il ruolo di Stella Kidd. Per chi non lo sapesse, la Mayo ha talenti che vanno oltre la recitazione, come il canto e la scrittura di canzoni. Nel tempo libero, l’attrice sostiene iniziative di emancipazione femminile, migliora il suo rapporto con il sesso e cura la sua salute mentale.

ESSENCE ha incontrato Miranda Rae Mayo per saperne di più su questi progetti di passione in cui si sta cimentando e su come ha mantenuto la sua salute mentale nell’ultimo anno.

Miranda Rae Mayo parla di Chicago Fire, l’esplorazione sessuale e salute mentale!
In che modo il ruolo di Stella Kidd ha influito positivamente e negativamente sulla sua salute mentale negli ultimi sei anni?

Miranda Mayo: Una delle cose che amo di Stella è che è coraggiosa, non solo nella sua professione ma anche nelle sue relazioni. Stella è stata per me un veicolo incredibile per esplorare molti lati diversi di me stessa. E poterlo fare in una comunità con il cast con cui lavoro ha influenzato enormemente la mia salute mentale. È stato anche impegnativo affrontare questo tipo di lavoro d’ombra in pubblico. Voglio dire, c’è molta pressione su di me per essere, tra virgolette, perfetta.

In che modo il suo viaggio di esplorazione sessuale ha influito sul suo rapporto con se stessa e con gli altri?

Più riesco a conoscere me stessa, ciò che voglio e ciò che mi fa stare bene, più riesco a comunicarlo alle persone che mi circondano. Si tratta di completezza e integrazione e di entrare in spazi pienamente incarnati dove tutta l’energia fluisce. Ed è qualcosa che devo ancora perfezionare. È una delle sfide più grandi della mia vita finora. Sto superando la vergogna di essere una donna. È una parte importante del mio lavoro sull’ombra, ma più la esprimo, più divento impenitente.

Quando sono in quello spazio, ho più accesso alla creatività e alla presenza. Ed è lì che c’è il divertimento, indipendentemente da ciò che stiamo facendo. Se sto uscendo con gli amici, se sto facendo una scena, se sto facendo sesso con qualcuno, essere presente e accedere alla creatività e alla libertà: è lì che c’è il divertimento.

In che modo stai imparando a liberarti dalla vergogna sessuale e a sentirti più sicura nell’esplorare le tue perversioni?

Il coaching [con] queste donne di Somatica è stata una comunità fantastica e giusta. Ogni volta che mi vergogno o mi sento isolata, trovare una comunità e potermi esprimere è la cosa più importante. Il dono più significativo di Somatica e dell’istituto, che per me è così curativo, è quello di non essere apologetica e di essere audace nell’affermare ciò che voglio.

Il solo fatto di poter avere uno spazio per te, [per] esprimere ciò che vuoi, ed essere vista, ascoltata e sostenuta è stato per me un potere che non credo esista nella maggior parte dei contesti terapeutici. Il trauma è immagazzinato nel corpo e l’unico modo per tirarlo fuori è stare nel corpo.

Quindi, avere operatori che sono lì per aiutare a facilitare, tenere e toccare, mi è sembrato incredibile. Sono una persona molto affettuosa. Mi piace la connessione e il tocco è così curativo per me.

Qual è stata la pratica più utile per coltivare una sana salute mentale nel 2022?

Quest’anno è stato il più impegnativo per me dal punto di vista mentale; non è stato perfetto. Ma le cose che mi hanno aiutato sono state muovere il mio corpo, le pratiche di Somatica come toccare il mio corpo mentre respiro, fare esercizio fisico [e] cantare.

C’è un libro che si chiama I 15 impegni della leadership consapevole. Nel libro c’è una pratica che consiste nel notare se mi sento sopraffatto, ansioso, se la mia mente corre, [o] se ci sono così tanti pensieri, inspirando e vedendo le sensazioni nel mio corpo e immaginando se il mio corpo fosse composto da un mucchio di piccoli pezzi – e lo è – cioè cellule, atomi – ma immaginando cosa stanno facendo e dove lo stanno facendo.

Negli ultimi giorni sono andata nella mia stanza del pianoforte a cantare e a suonare. E questo mi ha aiutato molto: il sostegno della mia comunità e delle mie amicizie è stato fondamentale.

Quali sono le iniziative di empowerment femminile e di educazione alla consapevolezza che sostiene?

L’organizzazione che sostengo si chiama Holistic Life Foundation. Sono andati in una scuola elementare del loro quartiere, che era proprio al centro delle proteste per Freddie Gray dopo che era stato ucciso dalla polizia, e hanno chiesto come potevano essere utili. Il preside ha dato loro i dieci bambini più problematici e ha detto: “Fate qualcosa”.

Così hanno creato questo programma. Hanno sostituito la punizione della scuola elementare con un’aula di mindfulness. Quando hanno iniziato il programma, la scuola aveva più di 100 sospensioni. Dopo due anni di attività del programma, sono scesi a zero sospensioni.

Ecco cosa fanno. Insegnano la mindfulness ai ragazzi neri e marroni, soprattutto nelle comunità meno servite.

Che aspetto ha un mondo sessualmente libero dal suo punto di vista?

Sembra che le persone si muovano in uno stato più rilassato ed empatico. Il punto e lo scopo sono collegati, in modo che tutti noi possiamo essere più utili gli uni agli altri e al pianeta e sperimentare la gioia mentre siamo tutti insieme.

Continuate a seguirci per approfondire sempre di più le vite del mondo di One Chicago e del suo cast!

Chiara

Fonte: Essence

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here