Primo sguardo ad Outlander 7! – TRAILER & FOTO

0
3751

Con Outlander 6 che ha terminato ormai da un po’ la sua corsa, è tempo di cominciare a riscaldare i motori e prepararci per la successiva stagione 7 del dramma sui viaggi nel tempo della STARZ!

La Starz ha appena annunciato che la stagione 7 verrà suddivisa in due parti, con i primi 8 episodi che debutteranno il 16 giugno 2023, mentre la seconda parte a novembre 2024.

Titoli degli episodi della seconda parte

7×09 Unfinished Business

7×10 Brotherly Love

7×11 A Hundredweight of Stones

7×12 Camal Knowledge

7×13 The Raven and the Dove

7×14 Ye Dinna Get Used to it

7×15 Written in my Own Hearts Blood

7×16 A Hundred Thousand Angels

Ecco un primo teaser trailer della stagione 7, che uscirà sulla STARZ nell’estate del 2023 e in autunno su Sky!

Dopo gli strazianti eventi della sesta stagione, Jamie e il giovane Ian corrono a salvare Claire prima che venga processata e ingiustamente condannata per l’omicidio di Malva Christie. Ma la loro missione è complicata dall’inizio di una tempesta geopolitica: La Rivoluzione Americana è arrivata. Nella settima stagione di OUTLANDER, Jamie, Claire e la loro famiglia sono coinvolti nelle violente doglie del parto di una nazione emergente, mentre gli eserciti marciano verso la guerra e le istituzioni britanniche si sgretolano di fronte alla ribellione armata.

La terra che i Fraser chiamano casa sta cambiando e loro devono cambiare con essa. Per proteggere ciò che hanno costruito, i Fraser devono affrontare i pericoli della Guerra rivoluzionaria. Imparano che a volte, per difendere ciò che si ama, bisogna lasciarselo alle spalle. Mentre il conflitto li attira fuori dalla Carolina del Nord e nel cuore di questa lotta per l’indipendenza, Jamie, Claire, Brianna e Roger si trovano di fronte a decisioni impossibili che hanno il potenziale di distruggere la loro famiglia.

John Bell parla di “pace” per il giovane Ian in Outlander 7

Matt Carter ha avuto la possibilità di chiedere a John Bell cosa possiamo aspettarci dall’arco del giovane Ian nella stagione 7 di Outlander ed ecco cosa abbiamo scoperto!

Per Ian, ne ha passate di tutti i colori. In questa stagione Ian si sta facendo strada. Ha il sostegno e la fiducia di suo zio e i due formano un grande duo. È in grado di iniziare a lasciarsi alle spalle i traumi del passato e potenzialmente di andare avanti e di trovare un po’ di pace da qualche parte, cosa che, forse, sarete d’accordo, si merita.

È probabile che anche in questa stagione si faccia più che mai affidamento sul giovane Ian: ricordate che ci aspetta un grande arco narrativo con la Guerra Rivoluzionaria, e tendiamo a pensare che Jamie e alcuni degli altri abitanti di Fraser’s Ridge avranno bisogno di tutto l’aiuto possibile. Certo, la priorità assoluta della première è salvare Claire, ma c’è molto di più in arrivo dall’altra parte.

Diana Gabaldon anticipa la stagione 7 di Outlander

La settima stagione è sempre più vicina. Cosa devono aspettarsi i lettori dei libri?

Diana Gabaldon: Una delle cose che la produzione di Outlander nel suo complesso fa davvero bene sono le scene di battaglia. Abbiamo un certo numero di scene della Battaglia di Ticonderoga [della Rivoluzione Americana], della prima Battaglia di Saratoga e molte della seconda Battaglia di Saratoga, che è quella in cui Benedict Arnold ha avuto un ruolo importante. Ho adorato l’attore che interpreta Benedict Arnold, Rod Hallett. Il casting di questa stagione è stato spettacolare. Ogni personaggio è perfetto.

I fan si chiedono sempre quali libri siano alla base di ogni stagione. Cosa può dirci della stagione 7?

Copre Destini Incrociati, Il prezzo della vittoria [libro 7, pubblicato nel 2009] e Legami di sangue, Prigioniero di nessuno [pubblicato nel 2014].

Ha scritto qualche episodio della Stagione 7?

Ho scritto l’episodio 14. Mi danno una sinossi e poi sta a me decidere come voglio che si svolga. C’è molta flessibilità.

La produttrice esecutiva Maril Davis ci porta dietro le quinte di Outlander 7

Matt Carter ha avuto la possibilità di fare una chiacchierata con Maril Davis, produttrice esecutiva di Outlander, che ci ha anticipato come hanno lavorato per la complessa realizzazione della stagione 7 di Outlander.

In pratica, hai realizzato sedici episodi di una serie premium-cable in un momento in cui molti altri show stanno riducendo il numero di episodi. Come si sente? Come ti sei ripresa?

Maril DavisQuesta stagione è stata così emozionante, anche se è durata un anno! La sesta stagione è stata davvero dura per noi. Eravamo immersi nella [crisi sanitaria globale], non avevamo una grande presenza sul set a causa delle restrizioni. Anche quest’anno avevamo delle restrizioni, dovevamo indossare le maschere e fare i test, ma credo che fossimo così entusiasti di tornare e carichi di energia per questa stagione. È passata molto velocemente. Non posso parlare per l’equipaggio, forse penseranno che è stata lunga, ma credo che sia stata una stagione davvero divertente.

La parte più divertente per me è che siamo stati quasi sulle montagne russe, salendo e salendo e aspettando che la Guerra Rivoluzionaria cadesse. Ora è successo! Ovviamente avete già affrontato scene di battaglia in passato, ma come avete fatto a farle funzionare in questa stagione?

Ogni stagione ha le sue pressioni, e questa stagione è stata decisamente dura. Eravamo in molte aree, tempi e luoghi diversi. Come hai detto tu, abbiamo avuto molte battaglie da filmare e da capire. Credo che in questa stagione la direzione che abbiamo preso sia stata quella di dare a ogni battaglia la prospettiva di uno dei personaggi. Abbiamo visto la battaglia attraverso i loro occhi. Questo ci ha aperto la strada [con] il nostro regista Joss [Agnew], che ha realizzato le prime battaglie che abbiamo fatto. Ho pensato che fosse un modo davvero creativo per entrare nella testa dei personaggi e [far] sembrare le battaglie personali.

Per me, ha davvero ristretto l’attenzione e per la troupe ha reso il tutto gestibile in modo da poterlo realizzare.

Ci sono questi elementi: azione, avventura e dramma, ma poi ci si concentra ancora su Jamie e Claire e su tutte queste storie romantiche. Insomma, bisogna essere abituati a bilanciare tutto questo, ma non è mai scoraggiante?

Oh, andiamo (ride), proponeteci un’altra trama e la affronteremo! Siamo così abituati a farlo e la nostra troupe è così fantastica e pronta. Penso che una delle cose che ha reso questo show fresco è che non sai mai cosa c’è dietro l’angolo. Siamo uno show itinerante e lo siamo stati fin dalla prima stagione. Questo rende le riprese difficili, ma d’altra parte le rende nuove e fresche.

Cosa le è piaciuto di più di questa stagione? Il cast e la troupe sono una macchina ben oliata a questo punto.

L’ho detto un paio di volte, ma credo che in questa stagione ogni personaggio abbia un momento speciale in cui brilla. Sam [Heughan] ha un arco narrativo fantastico, e ci sono alcuni momenti davvero deliziosi con Caitriona [Balfe] e Sophie [Skelton]. Caitriona ha delle cose incredibili e nella seconda metà ha un vero e proprio tour de force. Sophie ha un episodio straordinario che non vedo l’ora di vedere, e Richard ha un’interpretazione straordinaria. Si allea con un altro personaggio che vedremo. John Bell ha una trama davvero emozionante in questa stagione.

In questa stagione c’è qualcosa per tutti. Credo che quest’anno il nostro cast abbia offerto delle performance incredibili.

Outlander va in guerra nella stagione 7

“Abbiamo lasciato Claire in questa prigione”, dice la Balfe. “Il suo futuro è molto precario. Non sappiamo davvero cosa succederà. Sappiamo solo che i normali sistemi di legge sono crollati”. È un cliffhanger sorprendente, anche per gli standard di Outlander, anche se non era il finale previsto per la sesta stagione, che è stata interrotta a causa della gravidanza della Balfe e dei ritardi del COVID.

Tuttavia, non aspettatevi che Outlander si limiti ad aggiungere gli ultimi quattro episodi all’inizio della settima stagione.

“Ci sono alcuni importanti filoni narrativi della [stagione] 6”, dice il produttore esecutivo Matthew Roberts. “Li riprendiamo, ma li fondiamo per concludere una sezione di storie nello stesso momento in cui ne iniziano di nuove. Abbiamo dovuto riscriverle completamente per inserirle nelle nuove storie che andranno avanti”.

Queste nuove storie significano che la famiglia Fraser è uscita dal barile di whisky ed è entrata nella bottiglia.

“Il lavello della cucina è ciò che potete aspettarvi”, anticipa Roberts. “Abbiamo riempito il lavello della cucina di tutto. Rispetto alle altre stagioni, la settima è più ricca di tutte le altre stagioni, non necessariamente messe insieme, ma quasi. Finalmente arriviamo alla Guerra di Rivoluzione e a come questa influisce su tutti i nostri personaggi”.

Aggiunge la Balfe: “Questa stagione è così epica. È la stagione che si avvicina di più alla stagione 1 in termini di portata e di estensione”.

Questo arco di tempo vedrà Claire e Jamie (Sam Heughan) lontani da Ridge, mentre la Rivoluzione li allontana da casa.

La settima stagione introduce anche un mucchio di nuovi volti, tra cui una versione adulta del figlio di Jamie, William (Charles Vandervaart). La produttrice esecutiva Maril Davis paragona la tensione tra William, il padre adottivo Lord John Grey (David Berry) e Jamie a quella di un triangolo amoroso.

Incontreremo anche fratello e sorella quaccheri, Rachel (Izzy Meikle-Small) e Denzell Hunter (Joey Phillips). “Gli Hunter hanno un’idea diversa”, spiega Davis. “Non credono nella violenza e arrivano nella famiglia Fraser, dove la violenza li segue ovunque vadano”.

Questa violenza comporta una serie di nuovi pericoli, tra cui una svolta nei confronti dei grandi cattivi della serie.

Mentre le stagioni precedenti sono state caratterizzate da un cattivo principale (Black Jack Randall, Geillis Duncan, Stephen Bonnet, ecc.), la settima stagione fa esplodere il concetto di chi è amico o nemico.

“La stagione 7 è tutta incentrata su cattivi frammentati”, dice Davis. “Una stagione enorme richiede cattivi enormi, o cattivi su più fronti”.

Il cattivo più grande di tutti, tuttavia, non è affatto una persona: è l’insensatezza e il caos della guerra. Claire e Jamie non sono estranei a questo fenomeno, ma ora devono preoccuparsi di una famiglia allargata.

“Sono molto abituati alla guerra”, dice Roberts. “La primissima scena che abbiamo girato di Outlander era Claire nella Seconda Guerra Mondiale. In un modo strano, Jamie e Claire sono veterani di guerra, ma abbiamo personaggi diversi che si uniscono. Abbiamo il giovane Ian (John Bell) e William, che non sa distinguere tra ciò che legge sulla guerra e la realtà. È il modo in cui la guerra colpisce i loro cari più di quanto colpisca loro”.

In effetti, sia per Claire che per Jamie, la familiarità della guerra permette loro di prosperare.

“Poiché è stata una costante della sua vita, sa come funzionare in quella realtà”, riflette la Balfe. “È un’abilità ed è una forza, ma è anche una ferita. Abbiamo già visto Claire in questa posizione. In tempo di guerra, la vita diventa molto immediata. Si rende conto che molte di queste cose stanno pesando molto su Jamie. Come moglie, cerca di essere presente per lui e di sostenerlo, ma allo stesso tempo ha paura per la sua vita. Ma Claire non è solo questo. Come medico, è proprio lì, se non in prima linea, molto vicina”.

La sesta stagione ha visto una Claire distrutta, traumatizzata da uno stupro di gruppo e che si affidava all’etere per affrontare i demoni della sua mente. Stranamente, la Rivoluzione è un nuovo inizio per lei.

“Si rallegra del fatto che si tratta di qualcosa in cui è molto brava”, aggiunge la Balfe. “La vediamo nel suo solco in modo strano. È ovviamente un momento molto precario, ma è anche il momento in cui le sue capacità sono molto utili”.

Con questo rinnovato senso dello scopo arriva una Claire più forte e più completa.

“La scorsa stagione è stata davvero dura per Claire. Abbiamo visto il crollo della sua psiche”, dice la Balfe. “Anche se c’è molto pericolo, sta guarendo. Ha capito come superare la cosa peggiore che ha vissuto e questo l’ha resa una persona più forte e resistente. Si trova in una situazione migliore rispetto alla scorsa stagione, anche se le accadono ancora molte cose brutte. La sua autodistruzione è stata quasi necessaria, perché i suoi vecchi meccanismi di difesa non le servivano più.

“In questa stagione vediamo che quando le cose si fanno dure e difficili per lei, ha già imparato che deve affrontarle in modo diverso”, continua Balfe. “Con il rapporto tra lei e Jamie, è molto più aperta e disposta a discutere di cose davvero difficili per lei. Questo aiuta il modo in cui elabora e guarisce dalle cose”.

Sia Balfe che i produttori promettono momenti di leggerezza in mezzo allo spargimento di sangue, in particolare quando Claire incrocia personaggi storici famosi. “È un’opportunità per lo show di scavare dietro la narrazione presunta”, anticipa la Balfe.

Naturalmente, non sarebbe Outlander senza l’incombente prospettiva del viaggio nel tempo. Roberts e Davis hanno anticipato che in questa stagione ci saranno più linee temporali e che, in ogni caso, Claire e Brianna (Sophie Skelton) dovranno ancora una volta confrontarsi con la loro conoscenza del passato e con il modo in cui possono influire sul cambiamento, se mai lo faranno.

“Non si può cambiare il destino o le linee generali di ciò che sta accadendo”, dice la Balfe. “Quindi devi cercare di proteggere te stesso e la tua famiglia e fare le piccole cose che puoi con le conoscenze che hai. Claire ha imparato che non si può spingere troppo contro le ruote del tempo, perché non si muovono”.

Forse non possono spingere contro le ruote del tempo, ma possono spingere Outlander verso nuove vette, ed è questo l’obiettivo della settima stagione.

“Ci siamo impegnati al massimo”, promette Roberts. “È una delle stagioni più emotive. C’è molto strazio, gioia e delusione. Tutto ciò che si desidera in un dramma, c’è tutto”.

Conosciamo le nuove aggiunte e i grandi ritorni di Outlander 7!

“Una delle tante gioie della nostra epica storia è l’elemento del viaggio nel tempo che ci permette di rivisitare alcuni dei nostri personaggi preferiti in epoche e luoghi diversi, e siamo entusiasti di dare il benvenuto a tanti volti familiari per la settima stagione. Oltre al cast che ritorna, siamo anche entusiasti di dare il benvenuto a diversi nuovi attori nella famiglia di Outlander e non vediamo l’ora di presentarli ai fan nella nostra stagione estesa.”

Matthew B Roberts

Diana Gabaldon promette ai fan che adoreranno Outlander 7 e un nuovo personaggio

Parlando con Scottish Daily Express, Diana Gabaldon ha dichiarato: “Posso essere abbastanza sicura che i fan ameranno la settima stagione e mi sono davvero divertita con quello che ho visto, mi mandano tutte le riprese giornaliere che fanno ogni giorno.

Mi mostrano gli episodi man mano che vengono girati, quindi ho visto i primi sei episodi e sono favolosi”.

Ha elogiato il nuovo personaggio, William Ransom, interpretato da Charles Vandervaart, descrivendolo come un “adorabile canadese”.

Ha detto: “Una cosa in particolare che i fan non hanno ancora visto, ma che apprezzeranno sicuramente, è il nuovo attore che interpreta il figlio di Jamie, William, un giovane e adorabile canadese di nome Charles Vandervaart. Charles è un giovane estremamente affascinante e un ottimo attore, e sembra davvero che possa essere il figlio di Sam Heughan e Hannah James”.

Primo sguardo alla produzione di Outlander 7!

Chiedo scusa se ce ne sono state poche e a distanza di tempo in questa stagione! In questo venerdì molto speciale (E’ l’ultimo giorno di riprese per la stagione 7) un piccolo #SentitoDalSet: “Torna a dormire. Ti sveglio quando è ora”

https://twitter.com/JohnBell/status/1526419329809633284?s=20&t=OhzGuGU0GC7IlEm28jg4KA
https://twitter.com/JohnBell/status/1529581082173132800?s=20&t=OhzGuGU0GC7IlEm28jg4KA

Secondo un’annuncio su Twitter di Screen Scotland, ricondiviso poi dal protagonista di Outlander, Sam Heughan, la produzione sta cominciando a cercare nuovi elementi per la sua troupe, in vista dell’inizio delle riprese della stagione 7, le quali, secondo le parole della produttrice esecutiva Maril Davis al New York Comic Con, dovrebbero cominciare questa primavera.

In più, Caitriona Balfe, ospite di recente nel nuovo episodio del talk show di Josh Horowitz, Happy, Sad, Confused, ha rivelato il fatto che i primi script di Outlander 7 sono già pronti e sta aspettando di leggerli, così da prepararsi per l’inizio delle riprese di una stagione dalle dimensioni gigantesche, che includerà ben 16 episodi!

“I primi due episodi sono nella mia casella di posta, quindi è emozionante, ci stiamo preparando per tornare al lavoro. Sarà una stagione dura, avremo riprese in corso per un anno intero. Quindi, come dice Dougal Mckenzie, ci stiamo mettendo in azione.”

Caitriona Balfe

L’attrice irlandese ha scherzato sul fatto che quando sono arrivati i primi due copioni, alle 3.30 del mattino, stava allattando suo figlio, quindi stava diventando un po’ strabica nel cercare di leggere i copioni.

Non è molto, in realtà, ciò che sappiamo sulla stagione 7, ma vi terremo aggiornati qualora ci saranno novità!

Salvo stravolgimenti da parte degli scrittori, Outlander 7 sarà basato principalmente sugli eventi del settimo libro della saga di Diana Gabaldon, An Echo in The Bone (Destini Incrociati e Il prezzo della vittoria, secondo la suddivisione dei romanzi in edizione italiana). Inoltre, per supplire alla riduzione nel numero di episodi per la stagione 6, la seguente stagione sarà composta da ben 16 episodi. Un ritorno alle origini, trattandosi dello stesso numero di episodi della prima stagione!

L’annuncio del rinnovo di Outlander per una settima stagione è arrivato lo scorso 14 Marzo, nel bel mezzo delle riprese della Stagione 6 del dramma, che avevano da poco ripreso dopo una pausa dovuta a ritardi per il COVID-19.

Secondo alcuni spoiler casuali lasciati da Sophie Skelton e Richard Rankin alla premiere di Outlander 6, la stagione 7 vedrà Brianna Fraser guidare una macchina anni 80 tutta sua! Torneranno nel futuro?

Per altro, in una recente intervista con noi di Survived The Shows, Diana Gabaldon ha accennato alla presenza di una voce fuori campo tratta da un prologo dei libri con al centro un dialogo tra Jamie e Claire.

Da dove possono aspettarsi che riparta l’azione nella stagione 7 di Outlander? La star Sam Heughan ha recentemente dichiarato a US Weekly:

Riprendiamo poco dopo la fine della scorsa stagione, con un grande cliffhanger. L’America è davvero in subbuglio. C’è una rivoluzione e Jamie e Claire sono separati. C’è anche la profezia della morte di Jamie e Claire, che dovrebbero morire in un incendio. Sono tante le cose che accadono.

Sam Heughan
In una recente intervista con Gold Derby, Caitriona Balfe ha regalato ai fan un piccolo aggiornamento sull’andamento delle riprese di Outlander 7.

È stato davvero un ottimo inizio. Voglio dire, direi che per tutti noi è stata una sorta di ringiovanimento, perché penso che la scorsa stagione sia stata davvero dura. […] Ma questa stagione è davvero forte, abbiamo avuto una regista straordinaria per i primi due episodi, Lisa Clarke. È stata fantastica – episodi davvero molto belli e forti. Abbiamo appena concluso il terzo e il quarto episodio con la regista Jackie Gold ed è stato davvero molto bello, sapete, i copioni sono fantastici. Abbiamo molti copioni in anticipo, quindi ci sentiamo tutti molto organizzati. Siamo tutti entusiasti.

Caitriona Balfe

Come sottolinea l’attrice nell’intervista, le riprese di Outlander 7 andranno avanti fino a Febbraio-Marzo 2023.

Conosciamo William Ransom!

Attesissimo da parte dei fan della saga, Outlander ha finalmente trovato il suo giovane William Ransom, Nono conte di Ellesmere, figlio illegittimo di Jamie Fraser poi adottato da Lord John Grey: Charles Vandervaart.

Conosciamo Denzell e Rachel Hunter!

Due personaggi amatissimi dai fan della saga letteraria di Outlander sono senza dubbio Denzell e Rachel Hunter – fratelli, medico e infermiera, quaccheri, che i Fraser avranno modo di incontrare nel corso della Rivoluzione Americana – più precisamente nei pressi di Ticonderoga. Ebbene con le prime foto in arrivo dal set di Outlander 7, e come noi di Survived The Shows avevamo già anticipato, la STARZ ha annunciato tramite Deadline che Joey Phillips e Izzy Meikle-Small saranno gli attori che interpreteranno Denzell e Rachel Hunter!

J: Ehi sono Joey Phillips e interpreto Denzell Hunter
I: Ciao, sono Izzie Meikle-Small e interpreto Rachel Hunter.

[CONOSCIAMO GLI HUNTER]

I: Allora siamo fratello e sorella
J: Mm-mmhm
I: Denny è mio fratello maggiore, ed è un dottore
J: Si
I: ed entrambi anche siamo Quaccheri.. e siamo molto affiatati, vero?
J: Si, davvero molto.

COME ENTRANO NELLA STORIA I VOSTRI PERSONAGGI?

J: Denny sente il forte bisogno di unirsi all’Esercito Continentale e lavorare come chirurgo perché crede che la libertà sia un dono di Dio. E da qui comincia il loro viaggio dal momento che Rachel viene con me. Lei è un po’ più combattuta, però deve andare.
I: Già [ride] Lei è tipo ‘Beh, devo andare con lui perché non ho altri posti dove andare’
J: Vero [ride]

PARLATECI DEI VOSTRI COSTUMI

I: I quaccheri sono molto modesti. Quindi sapete abbiamo una semplice cuffia, il fischù. Le donne erano per lo più molto coperte ma ai quaccheri era anche permesso essere alla moda, come potete vedere.
J: Esatto. Dai, ragazzi. Adoro queste maniche. In passato – c’era un film intitolato “Hocus Pocus” che guardavo sempre da ragazzino…
I: Oh Mio Dio! amavo quel film.
J: e c’è un personaggio, Thackery Binx, lui aveva questa camicia e io ne ero così geloso quando ero piccolo. Volevo essere Thackery Binx.

CONOSCEVATE OUTLANDER PRIMA DELL’AUDIZIONE?

I: Penso che tutti conoscano Outlander, no? cioè è una serie così famosa e popolare. La quantità di fan che ha è immensa. Si, l’avevo senza dubbio guardata e poi ho recuperato in un battibaleno la Stagione 6 quando ho saputo di aver ottenuto la parte.
J: Mi sento molto onorato di fare parte della famiglia di Outlander. E quindi si, ho fatto lo stesso, ho recuperato la stagione 6 in un battibaleno e poi ho anche iniziato a leggere i libri
I: Si, anche io
J: che ovviamente sono fantastici.

Chris Fulton è stato segretamente preso nel cast di Outlander 7 nel ruolo di Rob Cameron

Abbiamo appreso da diversi blog/siti che Chris Fulton si è unito in punta di piedi alla prossima stagione di Outlander. Nella nuova stagione, Fulton interpreterà il personaggio di Rob Cameron, descritto come un bell’uomo sulla trentina. La notizia non è stata ancora ufficializzata dalla produzione della serie, ma l’attore britannico è stato più volte avvistato sul set scozzese, come potete vedere nella foto qui sotto.

Come ben sanno gli appassionati dei romanzi di Diana Gabaldon, Rob Cameron sarà l’antagonista nelle future stagioni di Outlander e probabilmente diventerà personaggio principale.

I Christie torneranno!

Parlando in esclusiva a Digital Spy, Alexander Vlahos, interprete di Allan Christie, ha anticipato il ruolo del fratellastro di Malva, Allan, come possibile sospettato della morte di sua sorella Malva in Outlander 7, sottolineando che “il viaggio dei Christie non è finito qui”.

“Che questo significhi che sono tornato o meno… ma ovviamente Malva è morta, sottoterra. Per Tom e Allan non può certo essere finita qui. Quindi vi dirò, sapete, nel viaggio di Allan, c’è molto altro che abbiamo girato e che non è stato inserito nello show, il che è un peccato. Il viaggio dei Christie non è finito. [Allan] è un burattinaio. Quando la gente lo incontra, può sembrare un po’ stupido o semplice, ma io credo che sia malizioso. È un burattinaio”.

Alexander Vlahos

Come consulente della serie, Diana Gabaldon ha confermato di sapere del rinnovo prima che fosse stato reso pubblico. Con questo, ha anche ammesso che tanto lei, quanto il resto della produzione “proprio non sanno” cosa riserva il futuro della serie.

“Non sappiamo se la settima [stagione] sia l’ultima che avremo a disposizione. Se la serie continua ad andare bene e i nostri attori principali sono inclini a continuare e la [compagnia di produzione] Sony è incline a continuare, chi lo sa? Ma ci sono decisamente troppi fattori imprevedibili per dirlo ancora.”

Diana Gabaldon

“Ascoltate, mi piacerebbe una stagione 8, quindi penso che siamo tutti pronti a farla se avremo il via libera. Ma, ovviamente, sì, spero [che lo scopriamo] in tempo sufficiente per rendergli giustizia. Inoltre, più aspettiamo, più lungo sarebbe il Droughtlander perché questo show è un’impresa così grande, ci vuole molto tempo per metterlo in piedi. Spero che ce lo dicano. Mi piacerebbe saperlo prima piuttosto che dopo, quindi, speriamo di saperlo presto”.

Produttrice esecutiva Maril Davis a Parade.com

E’ inoltre risaputo che la Gabaldon ha rivelato al creatore della serie televisiva, Ron Moore, ed ai protagonisti Sam Heughan e Caitriona Balfe, il finale della saga, oltre all’identità del famoso fantasma dello scozzese che ci ha sconvolti nel primo episodio. Tutti noi fan ci auguriamo che continuino a raccontare le avventure dei Fraser per altre 20 anni, ma nel caso Outlander finisse con la stagione 7, riusciranno gli autori a dare una conclusione degna e sensata, ricollegando gli eventi al finale a noi ancora sconosciuto?

Il produttore esecutivo Matthew B Roberts ha dichiarato: “È come una montagna russa, alcuni episodi vi faranno sentire euforici e vi porteremo giù fino al punto più basso possibile. E quando dico basso, intendo emotivamente distrutti, come cerchiamo di fare. Ci sono battaglie all’orizzonte, sia nella guerra con armi e cannoni, che nelle lotte emotive.

“E posso dire che alcune delle battaglie più toccanti ed emotive si svolgeranno nella seconda metà che non vedo l’ora che voi possiate vedere.”

Non ci resta che aspettare e vedere quali sorprese hanno in serbo per noi!

Continuate a seguirci per altre novità su Outlander ed il suo cast!

Chiara

Non dimenticate di mettere mi piace alla nostra pagina Facebook, Instagram e Twitter, Survived The Shows / @survivedtheshows / @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here