giovedì, Novembre 24, 2022
HomeEditorialiThe Crown 5: Tutto ciò che sappiamo fin'ora! - VIDEO

The Crown 5: Tutto ciò che sappiamo fin’ora! – VIDEO

Gli appassionati della corona hanno divorato la quarta stagione di The Crown, ma ora sono passati due anni senza la serie e i fan non vedono l’ora di saperne di più sulla quinta stagione. Ecco tutto quello che sappiamo sulla stagione 5 di The Crown, in uscita il 9 Novembre!

Trama

Non si sa ancora di cosa tratterà la quinta stagione di The Crown. La quarta stagione si è conclusa nel 1990, anno in cui la Thatcher è stata “spodestata” dalla carica di Primo Ministro. La quinta stagione, quindi, riguarderà quasi certamente i primi anni ’90.

Imelda Staunton e Jonathan Pryce interpretano la Regina Elisabetta II e il Principe Filippo, sostituendo le precedenti star Olivia Colman e Tobias Menzies.

“Quello che è stato bello, e spero di non smentirli, è che la gente dice: “Non vedo l’ora di vederla nei panni della regina””, ha condiviso la Staunton in una dichiarazione. “Quindi, speriamo solo che funzioni per loro, perché io l’ho fatto. Non posso farci niente ora!”.

5 Common Cat Behaviours And What Th...
5 Common Cat Behaviours And What They Mean

Il collega della Staunton era un po’ più curioso di scavare nel passato del suo personaggio. “Fare questo e indagare sul background di Philip e scoprire cosa lo ha reso l’uomo che era, questo era l’interesse per me”, ha rivelato Pryce a TUDUM di Netflix. “Sono più interessato alla loro vita, alla loro vita emotiva, che è ciò che The Crown esplora”.

Dominic West ed Elizabeth Debicki incarnano le loro controparti reali accanto ai giovani attori che interpretano il principe Harry e il principe William.

“Credo che la gente capisca, visto che il cast è cambiato ogni due stagioni, che non si tratta di un’imitazione”, ha osservato West a proposito della trasformazione dell’ex coppia. “Si tratta dell’evocazione di un personaggio. È proprio lì che vive lo show: nelle conversazioni immaginarie della loro vita privata, che è qualcosa che nessuno conosce. Credo che questo sia il motivo per cui viene criticato. Come si può sapere di cosa parlano nella loro vita privata? La risposta ovvia è che non lo sappiamo, ma abbiamo uno scrittore incredibile, un drammaturgo, che immagina sulla base di ricerche esaustive, e questo è davvero parte del fascino dello show”.

Quando Morgan ha chiesto a West di riprendere il ruolo di Charles da Josh O’Connor, che lo aveva interpretato nelle stagioni 3 e 4, l’attore ha avuto qualche idea, per lo più negativa.

“Ho detto: “Avete preso la persona sbagliata, non gli assomiglio per niente””, ricorda West. Ma c’era un’altra ragione per cui l’attore si era tirato indietro: “Ero molto consapevole dell’incredibile performance di Josh e del suo incredibile successo, e pensavo che fosse un po’ un nascondersi per niente cercare di seguirlo”.

Cosa ha fatto cambiare idea a West?

“Ci ho pensato per diverse settimane, ed era una di quelle cose che non riesci a toglierti dalla testa. [Mi sono reso conto che dovevo provarci, perché se non l’avessi fatto te ne saresti pentito. Charles è un uomo affascinante, una vita affascinante e un ruolo affascinante. Al di là di tutto, è un grande show e ho amato le prime quattro stagioni. Ho capito che avrei potuto vivere molto volentieri con questo personaggio per due anni”.

L’interpretazione di Elizabeth Debicki arriva dopo l’eccezionale performance della prima principessa Diana, Emma Corrin.

Nelle sue osservazioni, la nuova Diana sembra aver anticipato altri momenti iconici della principessa.

“È una cosa straordinaria interpretare queste persone in questo momento, perché nel viaggio di The Crown fino ad ora, tra tutte le stagioni, questo è il contenuto più visivo che abbiamo della Famiglia Reale. Negli anni Novanta tutto aveva iniziato a essere filmato ed era anche la nascita del ciclo di notizie di 24 ore, quindi abbiamo accesso a una quantità incredibile di contenuti. Diana era la persona più fotografata al mondo in quel periodo. Come attore, apri il portale e questo enorme tsunami di informazioni ti arriva addosso. Mi ci sono immerso volentieri”.

Debicki dice di essere “così fortunata ad avere questo enorme arco di tempo di anni in cui interpretare il personaggio. Spero che le persone sentano che c’è un’enorme evoluzione in lei con il progredire della stagione. Per me è un viaggio in un essere umano che trova una parte di sé profondamente forte, una parte che è sopravvissuta a tante cose e che può fiorire”.

Quando è stato annunciato che avrebbe interpretato Diana, ha ricevuto un sacco di messaggi sul Revenge Dress.

“Mi ha affascinato come le persone fossero estasiate con quel vestito”, dice Debicki. “Quando si è saputo che avevo la parte, ho ricevuto questi messaggi dicendo congratulazioni. [Ma] c’era anche una grande quantità di messaggi sul Revenge Dress. ‘Indosserai il Revenge Dress?’ ‘Oh mio Dio, indosserai il Revenge Dress!'”

West spiega che è stato affascinante rivedere la controversia e rievocare la telefonata con Olivia Williams, e che in questo modo ha trovato il suo stesso modo di pensare.

“Ricordo di aver pensato che fosse qualcosa di così sordido e profondamente, profondamente imbarazzante [all’epoca]”, dice. “Ripensandoci, e dovendo recitare, ci si rende conto che la colpa non era di queste due persone, due amanti, che stavano avendo una conversazione privata. Ciò che è davvero [chiaro ora] è quanto sia stata invasiva e disgustosa l’attenzione della stampa, che l’ha stampata testualmente e che si poteva chiamare un numero e ascoltare il nastro vero e proprio. Credo che questo mi abbia reso estremamente solidale con loro due e con quello che avevano passato”.

“Una delle cose più belle di The Crown è che possiamo vedere quei momenti intimi immaginari, che forse ci danno una prospettiva migliore su qualcuno che abbiamo giudicato”, ha condiviso Olivia Willaims, accennando ai momenti che i fan possono aspettarsi dal principe e dalla sua futura sposa. “Carlo e Camilla sembrano avere un sano senso dell’umorismo su quella che a volte deve essere una situazione insopportabile. E questo è l’aspetto che più mi preme mostrare”.

Lesley Manville si cala nei panni della sorella della Regina, sostituendo l’ultima Principessa Margaret, Helena Bonham Carter.

“Avevo un sacco di documentari da guardare, immagini, molte cose da leggere, ma alla fine sono arrivati i copioni, e così è stato”, ha dichiarato la Manville. “Tutti i libri che ho letto hanno versioni diverse degli eventi. Quindi devi lasciarlo entrare e assorbirlo, ma poi quasi te ne dimentichi perché alla fine arrivano i copioni ed è con quelli che lavori”.

Claudia Harrison interpreta la Principessa Anna nelle ultime stagioni.

“Anna è un personaggio straordinario. Non è lì per far sentire le persone meglio con se stesse, ma è superba nel suo lavoro ed è una vera femminista”, ha condiviso l’attrice. “È una persona che possiamo davvero ammirare e penso che non abbia alcun senso del diritto”.

Dopo il ruolo di Margaret Thatcher interpretato da Gillian Anderson, la quinta stagione lascia spazio a un nuovo Primo Ministro, John Major. Il ruolo va a Jonny Lee Miller, che Morgan ha elogiato in una dichiarazione condivisa da Netflix. “Penso che Jonny Lee Miller sia un trionfo assoluto nel ruolo e una vera sorpresa”.

Come Elizabeth Debicki e Dominic West sono entrati nel personaggio di Diana e Charles

“Penso che la gente capisca, perché il cast è cambiato ogni due stagioni, che questa non è un’imitazione,” West ha detto a Tudum.com. di Netflix “Questa è un’evocazione di un personaggio. Questo è davvero dove vive lo show: nelle conversazioni immaginarie della loro vita privata, che è qualcosa che nessuno sa.”

Debicki, nel frattempo, è grata che The Crown abbia un sacco di materiale storico da cui trarre ispirazione.

“Questa è la cosa incredibile di interpretare queste persone in questo momento, perché nel viaggio di The Crown così lontano da tutte le stagioni, questo è il contenuto più visivo che abbiamo della Famiglia Reale”, ha detto. “Negli anni ’90 tutto aveva iniziato a essere girato e c’era anche la nascita del ciclo di notizie di 24 ore quindi c’è questa incredibile quantità di contenuti a cui abbiamo accesso.”

“Diana era la persona più fotografata al mondo in quel momento”, disse Debicki. “Come attore si apre il portale e questo enorme tsunami di informazioni viene a voi. Ho felicemente nuotato in esso.”

A causa dell’ostilità dei loro personaggi, West e Debicki non hanno lavorato insieme per lunghi tratti delle riprese.

Entrambi ricordano con affetto le riprese di una sequenza che si svolge verso la fine della stagione e che vede Carlo fare visita a Diana nel suo appartamento mentre i due ripensano alla loro relazione.

“Era come un atto unico scritto da Peter Morgan“, dice West. “È stato meraviglioso avere una scena immaginaria in cui c’è un riavvicinamento tra questi due, che ne hanno passate tante, così pubblicamente. Mi è sembrato giusto e interessante che riflettessero sull’essere queste rockstar e anche sulle terribili pressioni che erano state esercitate su di loro”.

“Sono d’accordo sul fatto che sia stato come fare un’opera teatrale”, dice Debicki. “È stato davvero qualcosa che abbiamo fatto e costruito insieme ed è stata una cosa bellissima da realizzare”.

Primo sguardo a Humayun Saeed nel ruolo del compagno della principessa Diana, il dottor Hasnat Khan

Il medico britannico-pakistano Hasnat Khan era cardiochirurgo al Royal Brompton Hospital di Londra, dove incontrò per la prima volta la Principessa Diana nel 1995. Diana strinse con lui un’amicizia, che in “The Crown” viene descritta come avvenuta durante la visita a un’amica il cui marito si stava sottoponendo a un intervento chirurgico con Khan.

La dichiarazione di Khan del 2004 alla Metropolitan Police, presentata nel 2008 all’inchiesta sulla morte della Principessa Diana, affermava che aveva avuto una relazione con lei dal 1995 al 1997 e che lei lo aveva lasciato dopo aver conosciuto Dodi Fayed durante una vacanza con Mohamed Al Fayed e la sua famiglia.

Dodi Fayed e la Principessa Diana morirono insieme in un incidente stradale a Parigi nel 1997.

Saeed ha dichiarato a Variety: “Il dottor Hasnat Khan e la principessa Diana erano totalmente opposti. Era un uomo molto ordinario in tutti i sensi e credo che questo sia ciò che ha attratto la Principessa Diana verso di lui. La sua natura e la sua semplicità lo rendevano speciale per la Principessa Diana”.

“Non ho mai interpretato un personaggio della vita reale sullo schermo e interpretare il ruolo del dottor Hasnat Khan, che tutti conoscono grazie alla Principessa Diana, è stata una responsabilità enorme”, ha aggiunto Saeed. “Sono sicuro che il pubblico amerà la semplicità della relazione e il modo in cui viene rappresentata sullo schermo”.

3 relazioni chiave da tenere d’occhio nella quinta stagione di The Crown

Nel cast della quinta stagione di The Crown, oltre alla Staunton, ci sono Jonathan Pryce nel ruolo del Principe Filippo, Dominic West in quello del Principe (ora Re) Carlo, Elizabeth Debicki nel ruolo della Principessa Diana, Lesley Manville in quello della Principessa Margaret e l’ex James Bond Timothy Dalton nel ruolo del suo amore ritornato Peter Townsend.

Ecco cosa vedrete in queste tre relazioni chiave, raccontate dal cast in debutto.

La Regina e il Principe Filippo

Mentre Elisabetta celebra il 40° anniversario della sua ascesa al trono, i controlli non fanno che aumentare. “La gente era più invadente nelle loro vite”, dice la Staunton. Per quanto riguarda il marito, l’attore Pryce dice che Filippo è ancora “un uomo chiuso in una situazione restrittiva. Cosa starà pensando?”.

Carlo e Diana

La “seconda luna di miele” molto pubblica della coppia infelice che vediamo in questa stagione “era un tentativo di creare un ricongiungimento tra Diana e Carlo”, dice Elizabeth Debicki, la nuova Lady Di dello show. Mentre il loro legame vacilla, si assiste al primo incontro di Diana con il futuro amante Dodi Fayed (Khalid Abdalla) e a una scena destinata alla tragedia.

Margaret e Peter Townsend

In questa stagione, l’irascibile sorella della Regina (Lesley Manville) si riunisce all’ex spasimante Peter Townsend (Dalton).

“Vederlo di nuovo suscita questa visione di come avrebbe potuto essere il futuro di Margaret”, dice la Manville. Ma avrà parole per sua sorella, che ha interrotto la relazione decenni prima. “Margaret la affronta e le dice: “Guarda di cosa mi hai privato!””.

Netflix soffre di mal di testa reale per la S5 di ‘The Crown’, più la data di lancio del documentario di Harry e Meghan

Netflix dovrà affrontare una serie di sfide auliche nei prossimi due mesi, mentre si prepara a far debuttare sia la quinta stagione di The Crown che un documentario con protagonisti il Duca e la Duchessa di Sussex.

La quinta stagione di The Crown sarà lanciata il 5 novembre e già i commentatori del Regno Unito sostengono che non sia appropriato portare sullo schermo i problemi dei reali negli anni Novanta, così presto dopo la morte della Regina Elisabetta nel 2022. La nuova stagione dedica gran parte del tempo ai campi di guerra del Principe e della Principessa di Galles, che stanno divorziando, con la Regina rappresentata come una figura angosciata ma incapace di aiutare il matrimonio in disfacimento del figlio Principe Carlo – ora Re Carlo III.

Jemima Khan, una regista che si muove negli ambienti reali e che in precedenza era stata scelta come consulente per il progetto diretto da Peter Morgan, ha chiesto che il suo nome venisse rimosso, dopo essere stata informata dell’argomento trattato.

Inoltre, Netflix deve decidere esattamente quando abbandonare il tanto pubblicizzato documentario sulla vita a Montecito di Harry e Meghan.

Mentre il Times ha riportato questa settimana che lo streamer vorrebbe che il titolo arrivasse a dicembre, sulla scia di The Crown, il Duca e la Duchessa avrebbero richiesto modifiche e ritocchi – e forse anche un’uscita posticipata al prossimo anno – al pezzo diretto dalla pluripremiata Liz Garbus, senza dubbio alla luce della loro recente partecipazione nel Regno Unito ai funerali della nonna del Duca, la Regina Elisabetta.

Inoltre, i registi sarebbero “confusi” dal fatto che le osservazioni fatte dal Principe Harry davanti alla telecamera non sono coerenti con quanto scritto nel suo libro di memorie di prossima pubblicazione, la cui uscita è prevista per l’autunno, ma che per il momento sembra essere stata rinviata.

Netflix aggiunge una clausola di esclusione di responsabilità “fittizia” al trailer della quinta stagione

Venerdì è stato aggiunto un disclaimer alla descrizione del video che accompagna il trailer della stagione 5 su YouTube. “Ispirata a eventi reali, questa fiction racconta la storia della Regina Elisabetta II e gli eventi politici e personali che hanno segnato il suo regno”, si legge.

Lo stesso disclaimer, ricordiamo, è stato a lungo il logline ufficiale di The Crown, come si vede nella pagina di accesso a Netflix della serie:

La decisione di aggiungere il disclaimer a YouTube arriva solo due giorni dopo che Dame Judi Dench ha pubblicato una lettera aperta al quotidiano britannico The Times in cui condannava il dramma reale per aver presentato “un resoconto inaccurato e offensivo della storia”. La Dench ha esortato Netflix ad aggiungere un disclaimer all’inizio di ogni episodio, ribadendo che la serie è un “dramma romanzato”. Ma in passato il gigante dello streaming ha resistito a tali richieste, compresa quella dell’ex membro del cast Helena Bonham Carter.

La Carter ha dichiarato di essere a favore di una clausola di esclusione della responsabilità durante un episodio di The Crown del novembre 2020: The Official Podcast. “Mi sento molto forte, perché penso che abbiamo la responsabilità morale di dire: “Aspettate, ragazzi, questo non è… non è un drama-doc, stiamo facendo un drama”. Quindi sono due entità diverse”.

In seguito ai commenti di Carter, un portavoce di Netflix ha dichiarato al nostro sito gemello Variety che il servizio non ha intenzione di aggiungere un disclaimer a The Crown. “Abbiamo sempre presentato The Crown come un film drammatico – e siamo certi che i nostri membri capiscano che si tratta di un’opera di finzione ampiamente basata su eventi storici”, ha dichiarato la società. “Di conseguenza, non abbiamo in programma – e non ne vediamo la necessità – di aggiungere un disclaimer”.

Jonathan Pryce difende “The Crown” dopo che Judi Dench ha criticato la serie Netflix

Parlando con Deadline, Jonathan Pryce ha dichiarato di essere “amaramente deluso” dai suoi “colleghi artisti” che hanno criticato la serie sulla stampa, chiedendo anche che la serie contenga una clausola di esclusione della responsabilità per il fatto che si tratta di un’opera di finzione.

La critica di maggior rilievo è arrivata da Dame Judi Dench in una lettera aperta al Times UK, in cui ha definito la serie “crudelmente ingiusta nei confronti degli individui e dannosa per l’istituzione che rappresentano”. Ha poi scritto: “Nonostante questa settimana abbia dichiarato pubblicamente che The Crown è sempre stato un “dramma romanzato”, i produttori del programma hanno resistito a tutte le richieste di inserire un disclaimer all’inizio di ogni episodio”.

“La stragrande maggioranza delle persone sa che si tratta di un dramma”, ha affermato Pryce. “Lo guardano da quattro stagioni”.

Pryce e le sue co-protagoniste Imelda Staunton e Lesley Manville hanno concordato sul fatto che la recente scomparsa della Regina ha aumentato l’ostilità nei confronti dello show.

“C’è, e anche da parte mia, una grande compassione nei confronti della Regina, e un profondo sentimento per il fatto che non è più con noi. Questo ha certamente accentuato il tutto”, ha dichiarato Manville a Deadline.

“In un certo senso, è comprensibile. È comprensibile che le persone si sentano ancora un po’… come se i loro nervi fossero ancora un po’ scoperti”, ha aggiunto Staunton.

C’è ansia dietro le quinte del film drammatico di Netflix The Crown, con star, creativi e produttori “in tensione” mentre si preparano a ricreare i fatidici momenti che portarono alla morte della Principessa Diana in un incidente d’auto a Parigi venticinque anni fa.

La maggior parte delle scene sarà girata in due settimane e l’attrice Elizabeth Debicki interpreterà Diana.

Peter Morgan, creatore di The Crown, ha chiarito in passato a chi scrive che l’incidente in sé non sarà filmato. Questo fatto è stato confermato oggi a Deadline da fonti di Netflix.

“Abbiamo temuto di arrivare a questo punto. Il conto alla rovescia è di due settimane e anche se stiamo andando avanti con calma, è giusto riconoscere che c’è una certa ansia; un senso palpabile di essere leggermente in tensione. Voglio dire, c’è una sensibilità da bomba intorno a questo film”, ha dichiarato a Deadline una fonte della produzione.

La fonte ha ribadito che la presunta collisione tra la Mercedes-Benz e una Fiat all’ingresso del Pont de l’Alma non sarà filmata. Al contrario, lo show ripercorrerà gli eventi precedenti e successivi.

“È la fase iniziale: l’auto che lascia il Ritz dopo mezzanotte con i paparazzi all’inseguimento e poi le conseguenze con l’ambasciatore britannico in Francia che entra in azione con il Ministero degli Esteri e poi le successive conseguenze costituzionali”, ci è stato detto.

Secondo Deadline, l’episodio in preparazione per la sesta stagione di The Crown includerà scene che mostrano l’allora Principe Carlo, interpretato da Dominic West, arrivare su un volo reale per raccogliere il corpo di Diana e accompagnarlo a casa a Londra. Ci saranno scene contrastanti di Mohamad Al-Fayed, interpretato da Salim Daw, e del razzismo casuale che ha subito dalle autorità francesi dopo aver preso possesso della bara contenente suo figlio.

Cast

Imelda Staunton è la Regina Elisabetta II;

Jonathan Price è il Principe Filippo;

Lesley Manville è la Principessa Margaret;

Dominic West è il Principe Carlo (ora Re Carlo III);

Elizabeth Debicki è la Principessa Diana;

Senan West, Rufus Kampa e Ed McVey sono il Principe William e Teddy Hawley e Will Powell sono il Principe Harry;

Jonny Lee Miller è John Major;

Khalid Abdalla è Dodi Fayed;

Philippine Leroy-Beaulieu è Monique Ritz;

Humayun Saeed è Dr. Hasnat Khan;

Primo sguardo

Elizabeth Debicki veste i panni della principessa Diana in versione mamma

Elizabeth Debicki si cala nei panni della principessa del popolo negli ultimi scatti dal set di The Crown.

L’attrice australiana interpreta la Principessa Diana per le ultime due stagioni della serie di Netflix, che porterà gli spettatori dagli anni ’90 ai primi anni 2000.

Nelle nuove foto, Debicki si vede accanto agli attori che interpretano i giovani figli di Diana, il Principe William (Rufus Kampa) e il Principe Harry (Will Powell), mentre le riprese sono in corso a Maiorca, in Spagna.

Debicki indossa un abito rosso con cintura, simile a quello che la Principessa Diana indossò nel luglio 1997 durante una visita al Northwick Park & St. Mark’s Hospital di Harrow, Middlesex, Inghilterra.

La Principessa del Galles ha fatto la sua apparizione per celebrare la posa della prima pietra del nuovo centro di cure ambulatoriali per bambini dell’ospedale, con un vivace ensemble della stilista Catherine Walker. La moglie del Principe William, Kate Middleton, indossa regolarmente le creazioni della Walker.

Queste ultime foto si aggiungono alla pletora di scene familiari che sono state girate per le ultime stagioni di The Crown. La storica visita della Principessa Diana in Angola nel 1997 e il famigerato viaggio in Italia di lei e del Principe Carlo nel 1991 – che si dice sia stato un punto di rottura nel turbolento matrimonio della coppia – sono solo due eventi che molti spettatori riconosceranno in quanto ricreati per la serie di Netflix.

Jonathan Pryce: “La nuova stagione non è irrispettosa per la famiglia reale”

“Trovo solo molto deludente che una manciata di persone, ed è una manciata di persone, siano critici senza aver visto”, dice. “Voglio dire, dicono che è offensivo, ingiusto, pericoloso – nessuna di cosa che vedo in questa produzione. Non credo che nessuno di noi lo faccia. E come ha detto Lesley [Manville] nel recente passato, non lo farebbe e non sarei coinvolto se pensassimo che ci fosse qualche accenno di mancanza di rispetto o qualcosa di ingiusto verso la famiglia reale. È una cosa che viene stimolata dalla stampa.”

Da parte sua, Pryce era “felice” di interpretare Philip.

“Avevo visto l’intera serie fin dall’inizio,” dice. “Quindi sono stato felice. Molto felice. E la cosa grandiosa era che Imelda era già stata scelta, quindi sapevo chi avrebbe interpretato la Regina ed ero davvero felice che fosse Imelda. Siamo amici da oltre 30 anni, [da] quando abbiamo lavorato insieme sul palco. Tutto quello che so sul principe Philip è quello che ho letto sui giornali, e non è mai molto lusinghiero. E poi per fare la ricerca, e ovviamente Peter ha fatto la ricerca, e [tu] scopri che non era affatto come l’uomo che pensavi che fosse. Era un intellettuale, molto intelligente, [aveva un] grande interesse per tutto, in particolare nel mondo scientifico e con le cose della natura, e un uomo con un grande senso dell’umorismo, e una grande compassione, e aveva un meraviglioso rapporto d’amore con sua moglie.”

Data di uscita

The Crown uscirà con la quinta stagione il prossimo 9 Novembre 2022.

Continuate a seguirci per altre novità su film e serie tv!

Chiara

Fonte: Elle / Netflix

Non dimenticate di mettere mi piace alla nostra pagina Facebook, Instagram e Twitter, Survived The Shows / @survivedtheshows / @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

Chiara Lombatti
Chiara Lombatti
Quando l'odio per il genere umano di Cristina Yang e la deduzione di Sherlock incontrano le ansie di Randall Pearson e il multilinguismo di Jamie Fraser (ma con i ricci di Claire Fraser e la voce di Kate Pearson). Traduttrice e articolista con l'amore per il cinema, le serie TV ed i bei libri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Latest articles