The Bold Type: Le 10 migliori citazioni di Sutton

0
827
the bold type sutton citazioni

Sutton è di gran lunga il personaggio più divertente di The Bold Type. Le sue esilaranti battute possono essere spesso attribuite al suo comportamento totalmente onesto, in quanto non sembra mai usare un filtro di alcun tipo, indipendentemente dalla situazione in cui si trova. Diamo un’occhiata ad alcune tra le migliori citazioni di Sutton in The Bold Type!

The Bold Type: Le 10 migliori citazioni di Sutton

10. “A volte quando sono seduta, vorrei potermi sedere ancora più intensamente”

Nonostante sia una giovane, attraente, millenaria e di successo che vive in una delle città più appariscenti del mondo, e nonostante lavori in un’industria della moda totalmente materialistica, Sutton spesso ammette che non è esattamente una grande fan dell’esercizio fisico e del mangiare sano. Ma questo particolare momento, del settimo episodio della terza stagione, la vede ridere e dire al suo ragazzo, Richard, quanto poco si occupi dell’esercizio fisico.

9. “Sono stato così concentrata sul percorso su cui sono, che non ho considerato che ce n’erano altri. E ora… E se fossi più felice come stilista? Sono pazza a pensarci?”

Non capita spesso che serie come The Bold Type – che agiscono come appagamento del sogno per i giovani adulti, in forma di telenovela – permettano ai loro personaggi principali di mettere in discussione le loro decisioni, e di commettere errori. Ma la terza stagione di The Bold Type permise a Sutton di fare proprio questo, poiché si trovò alle prese con le sue scelte di carriera.
È irrealistico aspettarsi che tutti abbiano capito tutto quando hanno vent’anni, quindi è rinfrescante vedere Sutton considerare di cambiare la sua carriera dallo styling al design. È ancora più rinfrescante per lei il modo franco in cui discute i suoi dubbi e le opzioni con i suoi cari.

8. “Non posso permettermi di sperarci di nuovo, capisci… Non ce la faccio”

The Bold Type fa un sacco di dichiarazioni politiche, ma non rallenta spesso per consentire ai suoi personaggi di affrontare questioni emotive pesanti. L’arco caratteriale di Sutton nella seconda stagione della serie lo sfida.

Nel nono episodio della seconda stagione, Sutton torna a casa in Pennsylvania e incontra sua madre, che era stata un’assente, un genitore alcolizzato e che aveva costretto Sutton a crescere molto più velocemente di quanto avrebbe dovuto. Quando Sutton si riconnette con sua madre, scopre che sua madre è ora sobria e matura, ma dopo essere stata ferita così tante volte, Sutton lotta apertamente, emotivamente con il pensiero di lasciar entrare sua madre nella sua vita di nuovo.

7. “Lo voglio più di qualsiasi cosa io abbia mai voluto in tutta la mia vita, e mi farei il culo per te”

Al fine di discutere adeguatamente questa citazione, avremo bisogno di fornire il contesto completo di questo monologo mozzafiato. Dopo aver capito che non vuole più lavorare come assistente di scrivania, ma piuttosto come stylist assistant, Sutton fa appassionatamente il suo caso al futuro boss Oliver Grayson in un discorso davvero stimolante che parla da sé:
“Non ho nessuna esperienza di moda. Non ho mai lavorato in un centro commerciale. Ma ho divorato riviste di moda da quando ero una bambina, e ho un gusto impeccabile. Lo voglio più di qualsiasi cosa io abbia mai voluto in tutta la mia vita, e mi farei il culo per te.”

6. “Diventerò indispensabile per te”

Come abbiamo appena visto nella citazione precedente, Sutton è davvero un’ispirazione quando si tratta di difendere quello che ha bisogno nel suo lavoro. Non è mai disposta ad accontentarsi di meno di quello che si merita, ed è anche più che a suo agio nel dichiarare il suo valore e dare priorità ai propri bisogni, anche se può essere scomodo per alcuni da sentire.

Di fronte alla realtà che il suo stipendio è molto inferiore a quello con cui può vivere, Sutton sostiene con passione un programma su cui può essere valutata e ricevere un aumento della paga. E data la sua fiducia, e la sua argomentazione perfettamente eseguita, ottiene quello che si merita, e diventa davvero indispensabile, proprio come ha promesso.

5. “Questo slut-shaming che stai facendo deve finire… Non ci distruggiamo a vicenda. Non come donne, e tantomeno come donne di Scarlet.”

Sutton è uno dei personaggi più rinfrescanti in televisione quando si tratta del suo livello di comfort con la sua sessualità, e di essere aperta con il suo amore per gli uomini e gli appuntamenti in generale. All’inizio della seconda stagione, si ritrova ad essere oggetto di una seria umiliazione da parte delle colleghe giudicanti.

E, in vero stile Sutton, lei offre la perfetta versione femminista quando affronta la collega offensiva, usando il loro rapporto non solo come donne, ma come dipendenti di una rivista femminile che dà potere per sostenere la sua argomentazione.

4. Sto andando Hamilton completo su questo, perché sono la definizione di giovane, combattiva e affamata.”

Sutton è uno dei personaggi più motivati della serie, completamente impegnata in qualsiasi cosa stia lavorando o perseguendo in un dato episodio. In un primo episodio, trova la metafora perfetta per riassumere completamente la sua natura determinata, prendendo una pagina dal libro del padre fondatore Alexander Hamilton.

Beh, dall’Hamilton di Lin-Manuel Miranda: An American Musical, almeno, perchè lei si identifica completamente con il ritornello del musical di essere “giovane, combattivo e affamata” per descrivere la sua passione.

3. “Pensavo che stare insieme avrebbe ostacolato la mia carriera, ma ero io a mettermi in mezzo perché non credevo in me stessa. Ma ora credo in me stessa.”

È un tropo offensivo usato troppo spesso nella finzione – l’idea che le donne non sono in grado di avere tutto, e non possono avere romanticismo e successo nelle loro carriere allo stesso tempo. La storia della seconda stagione di Sutton è la perfetta decostruzione di quel cliché, in quanto trova il successo nella sua carriera e si rende conto che vuole di più.

Impara a credere in se stessa, nel suo talento e nella sua capacità di amare. E in uno dei suoi più grandi momenti di carriera nel finale di stagione, si riunisce con il suo amore, Richard, e lo tiene anche al suo fianco.

2. “Sono Nora Ephron, stronza!”

Come abbiamo già discusso, Sutton è disposta a fare tutto il possibile per guadagnare quello che sa – e quello che noi sappiamo – che lei merita. Nella prima stagione, Sutton si impadronisce della storia della famosa autrice Nora Ephron, che una volta ha sostenuto appassionatamente di guadagnare un più alto tasso di retribuzione per parola.

Così, quando Sutton ottiene finalmente l’accordo dal suo capo Oliver, che garantirà la sua paga più alta e più benefici, proclama allegramente, “Sono Nora Ephron, stronza!” in uno dei momenti più esilaranti e stimolanti della serie.

1. “Voglio essere la ragazza a cui non riesci a smettere di parlare. Merito di essere quella ragazza”

Fin dal primo episodio della serie, Sutton si è rapidamente affermata come il personaggio da guardare – il più audace di tutte le donne audaci presenti nella serie. Alla fine dell’episodio, Sutton dice a Richard, il membro del consiglio che sta segretamente vedendo, che non vuole più che la loro relazione sia un segreto.

Vuole un rapporto vero, con incontri e corteggiamento e tutto il resto. Vuole essere la ragazza a cui non riesce a smettere di pensare. E Richard le da più di quel che voleva, le chiede immediatamente un appuntamento come si deve e, tre stagioni dopo, le fa la proposta.

Qual’è la vostra citazione preferita di Sutton Brady in The Bold Type? Ditecelo nei commenti!

Continuate a seguirci per altre news su The Bold Type e il suo cast!

Aurora

Fonte: https://screenrant.com/bold-type-sutton-brady-best-quotes/

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here