5 serie TV sottovalutate che non potete perdere!

0
238

Siamo a 10 giorni dall’inizio dello sciopero della Writers Guild of America e, anche se molte serie hanno interrotto la produzione, non c’è ancora carenza di buone serie TV da guardare. Ma non può far male essere preparati.

Se la vostra lista di serie TV “da guardare” sembra un po’ carente, vi suggeriamo queste cinque serie sottovalutate che forse vi siete persi!

Derry Girls (Netflix)

Commedia di maggior successo di Channel’s 4, Derry Girls è una sitcom britannica ambientata nell’Irlanda del Nord. La storia è ambientata negli anni ’90, nell’ultimo anno dei Troubles, e ruota attorno a quattro liceali che frequentano una scuola cattolica in una piccola città. Tutti i personaggi si trovano costantemente in situazioni e avventure assurde. La serie insegna che i momenti belli della vita possono coesistere con quelli peggiori, perché la vita non è un insieme lineare di eventi.

Silo (Apple TV+)

Basato sulla serie Silo dell’autore Hugh Howey, questo thriller fantascientifico si svolge in un futuro post-apocalittico in cui l’umanità è stata costretta a vivere sottoterra in enormi silos perché l’aria sulla Terra è troppo tossica per essere respirata. Dopo lo straziante prologo del pilot (con Rashida Jones nei panni di una curiosa impiegata informatica), la storia è incentrata su Juliette (Rebecca Ferguson), un’ingegnere che accetta con riluttanza di diventare sceriffo del silo dopo la misteriosa morte di una persona cara.

La donna inizia a cercare delle risposte e naturalmente scopre una serie di verità scioccanti sulla vita nel silo e su ciò che sta realmente accadendo all’esterno. Hollywood ha cercato di adattare Silo in un film o in uno show televisivo per oltre un decennio, ma la storia, estremamente complessa, aveva bisogno di un finanziatore disposto a spendere un’enorme quantità di denaro per essere realizzata. L’elaborato design della produzione di Silo crea un mondo sotterraneo completamente realizzato, e la storia rimane fedele alla narrazione propulsiva di Howey sull’incessante spinta dell’umanità a capire chi siamo.

Rebecca Ferguson and David Oyelowo in “Silo,” now streaming on Apple TV+. Credit: Apple TV +; https://www.apple.com/tv-pr/originals/silo/

Single Drunk Female (Disney+)

Non più una nuova arrivata nella comunità di recupero, Sam (Sofia Black-D’Elia), scrittrice di Boston, cerca di ambientarsi nella sobrietà nella seconda stagione di Single Drunk Female, la commedia ironica di Simone Finch sulla famiglia – trovata o meno.

Dopo aver ottenuto un lavoro presso una rivista d’arte locale, Sam si trova ad uscire con un “normodotato” non sobrio (Ricky Velez), a conoscere il suo nuovo sponsor dallo spirito libero Darby (Busy Philipps) e ad aiutare la sua migliore amica Brit (Sasha Compère) a capire come andare avanti dopo un divorzio. La seconda stagione approfondisce anche il difficile rapporto di Sam con la madre martire passivo-aggressiva Carol (l’eccellente Ally Sheedy), che alla fine deve assumersi la responsabilità delle proprie mancanze come genitore e partner.

SINGLE DRUNK FEMALE – “Coming Clean” Sam struggles with whether or not to come clean to Alex about recent events. Meanwhile, James finds strength in his community, and Bob fights for Carol. (Freeform/Tom Griscom) BUSY PHILIPPS, SOFIA BLACK-D’ELIA

Dirk Gently’s Holistic Detective Agency (Netflix)

Ispirata all’omonima serie di romanzi, Dirk Gently’s Holistic Detective Agency è una serie poliziesca comica di fantascienza. Ambientata nella città fittizia di Bergsberg, nel Montana, la serie ruota attorno al “detective olistico” Dirk Gently e al suo riluttante aiutante Todd, che insieme risolvono un caso misterioso, rimanendo invischiati con molti personaggi selvaggi. La serie è stata cancellata prima della sua naturale conclusione.

Unprisoned (Disney+)

Ispirato alla vita della scrittrice televisiva e autrice di relazioni di coppia Tracy McMillan, UnPrisoned è una gradita vetrina per Delroy Lindo e una toccante commedia familiare sul costo generazionale dell’incarcerazione di massa. La terapista matrimoniale e familiare Paige Alexander (Kerry Washington) accetta con riluttanza di andare a prendere il padre Edwin (Lindo), appena scarcerato, nella sua casa di transizione, ma non ha alcuna intenzione di farlo tornare nella sua vita. Naturalmente, la sua determinazione non dura.

“La tua mente inconscia vuole una seconda volta, e ciò che vuole, lo ottiene”, dice la terapeuta ai suoi affezionati seguaci di Instagram, prima di accettare che Edwin si trasferisca da lei e dal figlio sedicenne Finn (Faly Rakotohavana). Nel corso di otto episodi, Paige interiorizza l’analisi di Edwin sulla sua caotica vita sentimentale (“Tu sei la parte secondaria. Un uomo mente alla sua principale puttana“) e arriva a una comprensione più profonda della storia familiare che ha portato suo padre a lottare per tutta la vita.

UnPrisoned — “Repetition Compulsion” – Episode 101 — Straight off a 17-year stint in federal prison, Edwin Alexander crashes back into the lives of his daughter Paige, and her teenage son, Finn – just as Paige is attempting to achieve her lifelong dream of buying her own home. Edwin (Delroy Lindo) and Paige (Kerry Washington), shown. (Photo by: Kelsey McNeal/Hulu)

Continuate a seguirci per altre novità sul mondo dei film e serie tv!!!

Chiara

Fonte: EW

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here