domenica, Aprile 21, 2024
HomeAnticipazioniPrimo sguardo a 'Fire Country', nuova serie sui pompieri!

Primo sguardo a ‘Fire Country’, nuova serie sui pompieri!

La CBS ha ordinato ufficialmente la serie drammatica con Max Thieriot ‘Fire Country’.

ESCLUSIVO: La CBS ha dato il via libera al pilota di Cal Fire (vecchio nome per Fire Country), un dramma della star di SEAL Team Max Thieriot, degli alunni di Grey’s Anatomy Tony Phelan e Joan Rater, di Jerry Bruckheimer Television e dei CBS Studios, dove ha sede l’azienda. Questo è il secondo pilota drammatico della CBS in questa stagione, che si unisce ad un dramma legale madre-figlio di Scott Prendergast e Dr. Phil McGraw.

Max Theriot

Fire Country si ispira all’esperienza dello stesso Thieriot, cresciuto nella regione del fuoco della California settentrionale. La serie nasce  proprio da un’idea originale dell’attore. Phelan e Rater (Grey’s Anatomy) scriveranno la sceneggiatura basata su una storia ideata insieme a Thieriot.

Joan Rater Tony Phelan

Thieriot, Phelan e Rater saranno anche i produttori esecutivi insieme a Jerry Bruckheimer, Jonathan Littman e Kristie Anne Reed della Jerry Bruckheimer Television.

La serie è stata in gara tra i pilot season per una possibile uscita nella stagione televisiva 2022/2023 ed è stata scelta come nuova serie televisiva.

Fire Country è stato scelto per essere prodotto e debutterà il 7 ottobre sul canale televisivo americano CBS.

Trama

In cerca di redenzione e di una pena detentiva abbreviata, il giovane detenuto Bode Donovan si unisce a un programma antincendio che lo riporta nella sua piccola città natale della California del Nord, dove lui e altri detenuti lavorano al fianco dei vigili del fuoco d’elite per spegnere enormi fiamme in tutta la regione. Ispirato dall’esperienza di Max Thieriot, cresciuto nel nord della California.

Max Thieriot condivide l’ispirazione per il nuovo dramma della CBS

Mentre per cinque stagioni ha aiutato a sconfiggere i cattivi internazionali nel ruolo di Clay Spenser nel dramma militare della CBS/Paramount+ SEAL Team, Max Thieriot aveva in mente battaglie più casalinghe, quelle combattute dai vigili del fuoco della California settentrionale nelle foreste vicino a dove è cresciuto.

La maggior parte dei miei amici si è arruolata nell’esercito o è andata a lavorare per il Cal Fire dopo il liceo”, racconta. Ispirato a raccontare quelle storie, Thieriot ha presentato la sua prima serie alla CBS. Ora è protagonista e produttore esecutivo di Fire Country. (Rimane anche in SEAL Team).

L’attore interpreta Bode Donovan che, mentre sta scontando una condanna a cinque anni, si iscrive a un’iniziativa antincendio per detenuti che abbina i detenuti ai membri del Cal Fire. Ma Bode viene assegnato alla sua città natale, dove sono iniziati i suoi problemi. “Un sacco di drammi personali lo hanno portato su questo sentiero oscuro”, spiega Thieriot. “E quando è arrivato al bivio, ha scelto la strada sbagliata”.

Queste radici profonde offrono a Bode anche una speranza di redenzione. Dice Thieriot: “Molte volte si fa una chiamata… potrebbe essere [qualcuno che si conosce]. Gli incidenti sono molto più personali”.

Max Thieriot parla di come ha dato vita a Fire Country della CBS

“Una volta che ho iniziato a dire a qualche persona circa il concetto generale, mi sono reso conto di come poche persone sapevano del programma vigile del fuoco dei detenuti,” Thieriot condivide. “Erano come, ‘Cosa vuoi dire, ci sono prigionieri che combattono il fuoco?!”

Michael Trucco si unisce al drama della CBS

Michael Trucco (Midnight Mass) è entrato a far parte della prossima serie drammatica della CBS Fire Country come ricorrente.

Interpreterà Luke, il fratello di Vince (Billy Burke), descritto come un affascinante direttore delle comunicazioni del Cal Fire. Ora è un PR di lusso, ma ha lavorato per anni in incendi attivi, guadagnandosi la sua buona dose di cicatrici. È orientato alla carriera, sempre alla ricerca della prossima promozione, del prossimo fiore all’occhiello. La sua natura scherzosa e giocosa lo rende immediatamente simpatico a quasi tutti, tranne che al fratello maggiore Vince (un burbero capo dei vigili del fuoco). Luke interverrà per aiutare la sua famiglia, ma più rimarrà nei paraggi, più le sue motivazioni “altruistiche” saranno messe in discussione.

Cresciuto nella California del Nord, Max Thieriot era appassionato di vigili del fuoco.

Così, mentre recitava in “Seal Team”, ha iniziato a scrivere “Fire Country”, un film drammatico che segue un giovane detenuto che si unisce a un programma antincendio rilasciato dalla prigione per aiutare a combattere gli incendi. Quando Bode Donovan (Thieriot) viene assegnato a lavorare nella sua città natale, le cose si complicano.

Sicuramente è partito da un punto di vista puramente antincendio CalFire e da come sarebbe stato, ma il programma dei pompieri detenuti sarebbe stato sempre qualcosa che sarebbe stato coinvolto nello show”, racconta a Variety. “Essendo cresciuto nella California del Nord, per me era la normalità, la vita di tutti i giorni, vedere le squadre dei campi di conservazione lavorare lungo l’autostrada e sulle linee antincendio guidando in giro. Poi mi sono reso conto che le persone che non sono di quelle parti, nello specifico, non sapevano davvero che si trattava di una cosa del genere fino a pochi anni fa”.

Il regista promette inoltre che lo show della CBS, che si concentra molto sugli abitanti della città natale di Bode e sulla sua famiglia, condividerà anche le storie degli altri detenuti.

Il nostro punto di partenza è proprio quello di svelare la sua storia lì e la sua storia con tutte le persone di questa città”, dice Thieriot. “Poi il piano è quello di aprirsi a molte trame di personaggi in evoluzione”.

L’ampio cast di series regular e di personaggi ricorrenti rende la cosa “difficile”, dice Thieriot, perché “c’è solo un numero limitato di storyline che possiamo davvero gestire”. Ma aggiunge: “Esploreremo le storie di questi detenuti”.

Per anni i telefilm polizieschi hanno fatto furore; ora sembra che la tendenza si stia spostando verso i programmi antincendio.

La Fox ha “9-1-1” e “9-1-1: Lone Star”, la NBC ha “Chicago Fire”, la ABC ha “Station 19” e ora la CBS ha “Fire Country”. Per Thieriot, tutto ciò ha senso.

Universalmente, le persone venerano i vigili del fuoco come eroi, a prescindere da tutto. Per me è anche una cosa anti-politica. Non ci sono molte persone che possono prendere posizione contro i vigili del fuoco”, dice. “Il dramma è diverso. Penso che molte volte nell’intrattenimento la gente voglia sentirsi bene alla fine di qualcosa. Non dico sempre: Si vuole essere scioccati, si vuole un gancio, si vogliono tutte queste cose. Ma credo che avere sempre un messaggio positivo sia una sensazione piacevole ed edificante”.

Thieriot aggiunge che gli “esseri umani compassionevoli” che lavorano come vigili del fuoco sono importanti da vedere sullo schermo, soprattutto oggi.

È bello al giorno d’oggi, in particolare in un periodo in cui, purtroppo, il mondo e il nostro Paese sono ancora piuttosto divisi. Il mio obiettivo più grande e la speranza che la gente possa trarre da questa serie è che si vedano due diversi gruppi di persone – questi pompieri detenuti e i pompieri rurali dai colletti blu – unirsi con un unico obiettivo, un unico scopo”, aggiunge.

“Spero che le persone ne traggano un po’ di beneficio e che magari non giudichino le persone in generale”.

Foto promozionali

Foto di presentazione del cast

Conosciamo i personaggi che lottano contro le fiamme della California nel drama della CBS

Bode (Max Thieriot)

A metà di una condanna per rapina a mano armata, questo detenuto genuinamente pentito e respinto dalla libertà vigilata si iscrive al programma dei pompieri detenuti, senza pensare di finire al campo della sua città natale.

È un ritorno a casa non tradizionale”, dice Napolitano. “Deve affrontare i suoi errori per andare avanti”.

Vince (Billy)

Questo appassionato vigile del fuoco di terza generazione non vuole scalare la scala verso una posizione amministrativa; sceglie di servire come capo del Battaglione 1608 di Edgewater “perché puoi sporcarti le mani”, dice Napolitano. “Gli piace stare con i piedi per terra”.

Sharon (Diane Farr)

Il capo divisione, senza peli sulla lingua, è superiore a Vince, il suo coniuge.

Questa è una coppia che ha trovato il modo di essere marito e moglie a casa e colleghi al lavoro”, osserva Napolitano. Detto questo, “li vedremo lottare”.

Manny (Kevin Alejandro)

Come capitano che supervisiona la squadra di pompieri detenuti di Edgewater, tiene in riga gli uomini ma fa anche da mentore.

Crede nelle seconde opportunità e capisce di cosa hanno bisogno questi ragazzi per lavorare al programma e trovare la redenzione”, spiega il produttore.

Eve (Jules Latimer)

A differenza di Manny, un recente trapiantato, Eve è una nativa di Edgewater. Vigile del fuoco esperto sotto il comando di Vince, è in lutto per la perdita di un caro amico.

“È bloccata nel passato, ma nell’episodio pilota la vediamo capire che è ora di andare avanti”, stuzzica Napolitano.

Jake (Jordan Calloway)

Questo pompiere pronto per il calendario è arrivato a Edgewater da adolescente. Lavora con la migliore amica Eve, si occupa della manutenzione e della guida del camion del Battaglione 1608 e frequenta la figlia di Manny, Gabriela (Stephanie Arcila), una tuffatrice olimpica che ha fatto colpo in città.

Trailer

SNEAK PEEK: qui!

“E ‘onestamente pazzesco,” Thieriot ha detto di come la serie sta venendo fuori. “Penso che in tutto questo processo sono stato ottimista, ma anche un po’ riservato perché ad ogni passo ti aspetti che accada una sorta di delusione e sei come, ‘Questa non è la vita reale.’ Ora che siamo qui, non è ancora finito, ma ogni tanto mi fermo e mi guardo intorno e penso: ‘Oh mio Dio, tutte queste persone sono qui e stiamo girando lo show proprio ora.'”

“Una città di 1.000 persone. Tutti sanno tutto di tutti, i miei amici crescono e sono andati a fare i militari o sono entrati a lavorare per Cal Fire. Era qualcosa che era sempre intorno a me e non ho realizzato mai realmente quanto interessante il lavoro in questa Comunità sia stato fino a che non avessi qualcuno ed essere tipo, ‘wow, quelli sono una vita pazzesca e un lavoro pazzesco,’ lo ha guardato dalla prospettiva di un outsider,” ha detto. Fu allora che si rese conto che c’era il potenziale per scavare più a fondo: “Ci sono alcune storie davvero grandi da raccontare qui.”

“E ‘ispirato da questa città in cui sono cresciuto e le persone che fanno questo lavoro e quella piccola atmosfera USA in cui tutti sanno tutto di tutti e come anche al di fuori di questo, come una chiamata possa colpire tutti,” Thieriot ha continuato.  “E’ quando si sta rispondendo a un assistente medico o un incidente d’auto, c’è una possibilità di conoscere questa persona che è coinvolta quindi c’è una posta in gioco ‘perché potrebbe essere il tuo amico, potrebbe essere tuo cugino, tua nonna.”

Naturalmente, c’è anche un triangolo amoroso in gioco, che aggiunge tensione.

“C’è un piccolo triangolo amoroso”, conferma Thieriot. ” Lo show è molto basato sui personaggi in cui gli incendi e la prigione sono lo sfondo.  Ma in realtà si tratta di seguire questi personaggi e le persone che fanno questi lavori e così ovviamente ti piace mettere un piccolo triangolo amoroso e qualche bel dramma.”

https://youtu.be/LXX4S7vhHq4

Continuate a seguirci per altre novità su film e serie tv!!!

Chiara

Fonte: Deadline

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Latest articles