INTERVISTA ESCLUSIVA: Ryan Bruce discute il film Una Coppia Sotto il Vischio!

0
59

Elena Juatco e Ryan Bruce sono i protagonisti del film natalizio Una Coppia Sotto il Vischio, in onda martedì 5 dicembre alle 15:30 su TV8. Noi di Survived The Shows abbiamo avuto la possibilità di parlare via e-mail con il protagonista Ryan Bruce del film e della sua esperienza nella produzione. Date un’occhiata all’intervista completa qui sotto!

Puoi parlarci un po’ del tuo personaggio in Una coppia sotto il vischio?

RYAN BRUCE: Thomas è un padre vedovo che vuole disperatamente assicurarsi che sua figlia non sia danneggiata come lui dalla scomparsa della moglie. Da quando lei è morta è rimasto in astinenza, concentrandosi esclusivamente sulla crescita della figlia e ispirando i suoi giovani studenti appassionati d’arte a perseguire le loro passioni creative, indipendentemente da quanto si sentano insicuri al riguardo. Il suo migliore amico Alfie (Vas Saranga) pensa che Thomas abbia bisogno di compagnia e lo convince a provare un servizio di incontri che sua moglie Mia (Dianne Aguilar) ha appena avviato.

Thomas si reca all’evento, ma è piuttosto ansioso di uscire di nuovo con qualcuno. Incontra casualmente una donna che non vuole partecipare del tutto e così i due fanno un patto per superare la cosa insieme senza impegnarsi del tutto nel processo e usandosi l’un l’altro a questo scopo. Naturalmente, il piano non va a buon fine, perché i due iniziano a provare inconsapevolmente qualcosa l’uno per l’altra e le complicazioni aumentano.

Cosa ti ha attratto inizialmente del ruolo in Una coppia sotto il vischio?

RYAN BRUCE: Non avevo mai interpretato un padre prima d’ora, quindi ero interessato a esplorare cosa può significare per una persona questo ruolo fondamentale, come cambia e informa tutto ciò che riguarda la sua vita. Ho anche visto nella sceneggiatura l’opportunità di interpretare un personaggio più espressivo e comico rispetto a molti dei personaggi che ho avuto l’opportunità di interpretare in passato, e quindi mi interessava mettere in pratica le mie doti di comicità fisica/bombastica.

Secondo te, cosa rende la storia d’amore del film così speciale e accattivante?

RYAN BRUCE: La storia d’amore inizia come un’amicizia/partnership in cui entrambe le parti si stanno usando per i propri bisogni egoistici e nessuno dei due sta cercando o forzando la storia d’amore; così, quando inizia ad accadere naturalmente, coglie entrambi di sorpresa e quindi sembra più autentica e vera. Mi sembra che l’amore “vero” spesso accada quando le persone non lo cercano, e quindi ha un senso di destino piuttosto che di qualcuno che cerca di controllare disperatamente un risultato. Questi personaggi si innamorano l’uno dell’altro nonostante se stessi e quindi è divertente vederli lottare con il proprio ego e superare i propri difetti per trovare infine la felicità.

Cosa speri che il pubblico tragga dalla visione di Una coppia sotto il vischio?

RYAN BRUCE: Questo genere di film è concepito per essere facile da guardare e, in ultima analisi, per illuminare il pubblico, e questo è sempre stato l’obiettivo di questo film: intrattenere in modo leggero e accattivante. Quando qualcuno va a vedere questo tipo di film, di solito vuole sfuggire alle proprie esistenze complicate guardando altre persone che lottano con le loro, sperando di farsi una o due risate e magari aiutandole a fare chiarezza su ciò che stanno lottando per capire nella loro vita. Un paio di risate e una sensazione di calore nelle loro anime sarebbero un grande risultato per qualsiasi film di questo tipo.

Com’è stato lavorare con il resto del cast sul set?

RYAN BRUCE: Il cast e la troupe sono stati particolarmente brillanti. Si trattava di un gruppo di interpreti di grande talento, dalla mentalità aperta e costantemente creativa, che hanno apportato ai personaggi e alla storia molto più di quanto non faccia la maggior parte degli attori. C’è stata molta improvvisazione che è stata tagliata e alcune gag e tropi classici della commedia che spesso non vengono più inseriti in film piccoli come questi, per mancanza di tempo e di fondi. Il regista e i produttori hanno permesso che il set fosse un ambiente creativo e caloroso e questo si riflette nel film finale.

Cosa puoi anticipare del percorso del tuo personaggio?

RYAN BRUCE: Credo di aver dato la maggior parte della risposta in precedenza, ma credo di poter aggiungere che per Thomas il viaggio attraverso il dolore per la perdita della moglie è qualcosa che ancora lo sorprende e detta gran parte della sua vita emotiva. Anche se pensava di averlo superato, il tempo non ha guarito la cicatrice come sperava.

Qual è stata la tua scena o momento preferito durante le riprese di Una coppia sotto il vischio?

RYAN BRUCE: C’è stato un momento, mentre giravamo la scena della preparazione dei biscotti, in cui Olivia e Thomas hanno un vero e proprio cuore a cuore e, proprio mentre stavamo girando la mia copertura di quella scena, il sole stava tramontando perfettamente sopra la spalla di Olivia e mi è sembrato che mia moglie fosse lì e mi stesse dicendo che era giusto che andassi avanti, che avevo bisogno di andare avanti.

Puoi parlarci delle sfide che hai affrontato durante le riprese di Una coppia sotto il vischio e di come le hai superate?

RYAN BRUCE: La sfida principale di questi film è che sono realizzati con un budget estremamente ridotto e una tempistica breve. L’intero film è stato girato in 12 giorni e quindi la sfida più grande è la mancanza di tempo. L’obiettivo per la maggior parte di queste produzioni è semplicemente quello di portare a termine il film senza fare straordinari e quindi renderlo speciale o unico in qualche modo diventa molto difficile, perché queste cose di solito costano più tempo e più denaro. Diventa davvero come cercare di preparare un buon pasto quando non si ha più nulla in dispensa e si ha fretta di uscire dalla porta per andare al lavoro e potersi permettere di comprare la spesa per domani.

Sapendo questo, Elena (Olivia Hayes) e io abbiamo fatto un patto tra noi due per cercare di far sì che tutti quelli con cui abbiamo lavorato prendessero questo film più seriamente degli altri lavori a basso budget. Abbiamo cercato di rallentare un po’ il caos e di convincere gli altri che stavamo realizzando qualcosa di speciale ed è stato proprio grazie a questa partnership originale che abbiamo creato che gli altri creativi si sono sentiti sostenuti e ispirati e quindi a loro volta hanno fatto lo stesso. Si tratta di prendersi il tempo necessario per prendersi cura di una cosa e renderla importante anche se il mondo esterno ti dice che non è così importante come una produzione più sofisticata a grande budget.

Cambiando argomento, quali sono stati i progetti più memorabili a cui ha lavorato nel corso della sua carriera e perché?

RYAN BRUCE: Ho avuto la fortuna di lavorare a diversi progetti che mi sono piaciuti, ma in cima alla lista c’è Let Him Go. È stata una produzione al top della categoria in termini di professionalità e leadership. Pochi progetti hanno una buona leadership nell’industria dell’intrattenimento, purtroppo. Un buon produttore è il più raro di tutti i lavori sul set cinematografico, perché è un lavoro molto difficile che richiede una serie di abilità uniche che non molte persone possiedono. In questo progetto questa componente è stata davvero azzeccata. I due protagonisti, Diane Lane e Kevin Costner, hanno assunto anche il ruolo di produttori e, insieme al regista, Tom Bezuka, e all’intero team di produzione, hanno dato vita a una leadership di grande esperienza e conoscenza che si è diffusa in tutta la produzione.

Ci puoi anticipare qualcosa dei tuoi prossimi progetti?

RYAN BRUCE: Ho alcuni altri film di questo genere che sono stati completati ma devono ancora andare in onda o stanno già facendo il giro a livello internazionale, ma non ci vengono date molte informazioni su quando o dove appariranno gli attori. Se seguite il mio account instagram, cercherò di postare lì un avviso se/quando lo scoprirò. Sono anche in trattative per apparire in una nuova serie per Netflix di cui sono molto entusiasta, ma non posso dire di più finché non sarà ufficiale.

Continuate a seguirci per altre novità sul mondo dei film e serie tv!!!

Chiara

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here