Primo sguardo a Fingernails – Una diagnosi d’amore, con Jessie Buckley e Jeremy Allen White! – TRAILER

0
156

Come si misura l’amore? È nel cuore? Le sostanze chimiche nel cervello? E se si potesse quantificare il romanticismo con un test scientifico – una semplice procedura che potrebbe rispondere definitivamente se voi e il vostro partner siete veramente innamorati? Il regista Christos Nikou si pone questa domanda in Fingernails – Una diagnosi d’amore, una tenera storia d’amore fantascientifica (presentata in anteprima quest’estate al Telluride Film Festival) in uscita nelle sale il 27 ottobre e in streaming dal 3 novembre su Apple TV+. Diamo una prima occhiata!

Primo sguardo a Fingernails – Una diagnosi d’amore, con Jessie Buckley e Jeremy Allen White! – TRAILER

TRAMA

Nel film, gli scienziati hanno sviluppato un test per aiutare le coppie a capire se sono effettivamente innamorate. Tutto ciò che serve è una singola unghia di ciascun partner, strappata dal letto ungueale e inserita in una macchina simile a un microonde. Dopo pochi minuti, il dispositivo fornisce un’analisi che dichiara se la relazione è destinata a durare o a fallire.

Jessie Buckley interpreta Anna, un’insegnante disoccupata che ha una relazione di lunga durata con il fidanzato Ryan (Jeremy Allen White). Loro stessi hanno fatto il test anni fa, ottenendo un risultato positivo. Ma quando Anna accetta un lavoro presso l’istituto che somministra i test, si scopre attratta dal suo collega Amir (Riz Ahmed). Ben presto, inizia a chiedersi se i risultati possano cambiare nel tempo e se la chimica romantica possa talvolta sfidare la scienza.

Primo sguardo a Fingernails – Una diagnosi d’amore, con Jessie Buckley e Jeremy Allen White! – TRAILER
Il regista greco Nikou, noto per la regia di Apples (2020), debutta con il primo film in lingua inglese con Fingernails – Una diagnosi d’amore e racconta a EW di essere stato a lungo affascinato dalla natura inconoscibile dell’amore.

“L’idea è nata quando io, personalmente, stavo cercando di pensare: che cos’è l’amore?”. spiega Nikou. “Poi, naturalmente, ho visto intorno a me persone che cercavano l’amore in un modo diverso da quello che pensavo io, sia usando app di incontri, sia usando i social media o altre cose. Ma usavano le loro dita per scorrere a destra e a sinistra per trovare l’amore”.

Quando ha pensato alle idee per il suo test d’amore immaginario, Nikou ha preso in considerazione diversi scenari, ma ha continuato a sentirsi attratto dalle dita.

Il regista ha notato che le nostre dita sono state a lungo legate al romanticismo, sia che si tratti di scorrere le applicazioni o del simbolismo di indossare una fede nuziale. Esiste persino una connessione scientifica tra la salute delle unghie e la salute del cuore, poiché le macchie bianche sulle unghie possono, in rari casi, essere un segno di malattia cardiaca.

“Le unghie sono anche un elemento che protegge la nostra carne”, aggiunge Nikou. “Quindi, quando le si perde, si sente il dolore, che è pari al dolore dell’amore. Ma si perde qualcosa che ci protegge e ci si sente un po’ più vulnerabili, come quando si è innamorati”.

L’idea di un test d’amore scientifico può sembrare fantascienza, ma Nikou voleva che il film stesso sembrasse senza tempo, quindi non ci sono telefoni cellulari o tecnologia del XXI secolo.

Anche la stessa macchina per il test ha l’aspetto di un microonde decisamente low-tech, come se fosse stata inventata decenni fa.

“Mantenendo solo un dispositivo tecnologico, la macchina per i test, abbiamo cercato di rendere tutto il resto un po’ più analogico e di non avere tecnologia digitale o telefoni cellulari”, spiega Nikou. “Volevamo che l’istituto si sentisse come se fosse negli anni ’70, ’80 o ’90, un po’ prima degli anni 2000, quando abbiamo iniziato a usare più tecnologia e internet”.

Nonostante il concetto scientifico del film, Nikou si preoccupa meno della tecnologia e più degli esseri umani sullo schermo, sollevando domande riflessive sull’attrazione e l’impegno.

“Di solito, l’approccio di storie concettuali come questa è quello di creare qualcosa di futuristico, distante o freddo, oppure di creare un mondo completamente nuovo e di preoccuparsi solo di quello”, aggiunge. “Per me, invece, si tratta di uno studio sui personaggi, di mostrare il mondo intero attraverso questi personaggi. Il mio approccio è quello di cercare di creare qualcosa che non sia provocatorio o pretenzioso, ma qualcosa che sia tenero, romantico, caldo e concreto. Perché è così che sono io come persona. O spero di esserlo”.

PRIME IMMAGINI

Continuate a seguirci per altre novità sul mondo dei film e serie tv!!!

Chiara

Fonte: EW / Apple TV+

Non dimenticate di visitare la nostra pagina Facebook Survived The Shows, Instagram @survivedtheshows e Twitter @SurvivedShows per rimanere sempre aggiornati!!!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here